X

Argomenti popolari

La nostra casa

13 maggio 2019

C’è questa ragazzina venuta dal freddo, Greta Thunberg, che colpisce i nostri cuori e le nostre menti con accuse gravi: se i politici non faranno subito qualcosa, dice, il pianeta si surriscalderà, e la nostra società andrà incontro alla distruzione. Le generazioni venute prima, accusa, hanno fallito. Parla con il tono pacato e visionario di una predicatrice d’altri tempi, e il suo messaggio colpisce. Io provo apprensione, e spero che possa vivere la sua giovinezza in modo più sereno… Il suo messaggio è corretto nei contenuti, ma ansiogeno, e l’ansia non porta buone cose. Già vedo crescere generazioni di talebani dell’ecologia, che si aggrapperanno a questa piccola predicatrice con l’immaturità di chi cerca dei profeti, e l’intransigenza di chi non ammette deviazioni dal Verbo. Il tutto, vi confesso, mi fa un po’ paura nonostante io stessa mi ritenga un’ecologista convinta. Mi piace pensare che dobbiamo occuparci della nostra casa non perché va in fiamme, e del pianeta con un senso di appartenenza che non attende la catastrofe, ma con rispetto e con amore…