X

Argomenti popolari

LA STANZA DI CLAUDIA

Questione di design

18 febbraio 2019

Ultimamente sono affascinata dal design. Mi piace guardare le forme sinuose, vedere come questi artisti plasmano i materiali, reinventano forme, trasformano la porcellana in un plissé e ne fanno un vaso. Ho visto mollette da bucato decorate come se una compagnia di funamboli stesse facendo le prove dello spettacolo sul filo in lavanderia. Certo, il costo è quasi come quello di un biglietto per il Cirque du Soleil, ma vuoi mettere la gioia di entrare in quel locale e avere la sensazione di essere sotto un tendone e non tra i soliti asciugamani? Nulla scoraggia i designer: ridisegnano mestoli, letti, sgabelli e spazzolini da denti. Io non credo che esista un oggetto di uso pratico e comune che non sia stato ripensato, destrutturato e reinventato. Spesso aggiungendo un tocco di ironia, che ti fa sorridere anche davanti a quello che fino ad allora consideravi come un comune vasetto di vetro. Ed è proprio a questa magia del ridisegnare, del portare allegria alle cose, che penso mentre aspetto che il ginecologo apra la porta. Avrei sicuramente i tratti del viso più distesi, se qualcuno ridisegnasse quella poltrona.