X

Argomenti popolari

Gli ultimi dieci anni

12 febbraio 2019

La moda che sta spopolando nelle ultime settimane sui social media è l’hashtag #10yearschallange, ovvero la sfida di mettere a confronto due foto: una attuale e una di dieci anni fa per vedere come si è cambiati. Attrici, calciatori, cantanti, influencer e comuni mortali si sono sbizzarriti a mostrare ai propri amici e seguaci su Instagram, Twitter o Facebook le foto di ieri e di oggi. E via, tutti, a mettere in piazza rughe, pancette e rotondità, calvizie incipienti, ma anche notevoli cali di peso e sorprendenti risultati di anni di rigide diete e programmi di fitness.

Non mancano quelli che mostrano che in un decennio sono riusciti a crearsi una famiglia numerosa, animali domestici compresi. Altri invece ne approfittano per lanciare messaggi politici, come ad esempio i problemi causati dal cambiamento climatico sui ghiacci della terra o gli effetti devastanti causati dalle guerre su nazioni e popolazioni intere. Altri ancora si lasciano invece contagiare dal festival del narcisismo, mostrando a mezzo mondo che gli anni trascorsi non hanno lasciato la benché minima traccia, taluni addirittura esibiscono con orgoglio i risultati di ritocchi estetici ottenuti con laser, bisturi, collagene o botulino.

Qualcuno ha lanciato l’allarme, mettendo in guardia gli utenti del web sul fatto che le foto messe in rete da ognuno potessero servire da test per migliorare i sistemi di riconoscimento rapido da parte di grandi gruppi tecnologici e d’intelligence, sviluppati con il beneplacito di superpotenze mondiali. Ma questo appello alla prudenza non è stato seguito, forse per mancanza di spirito critico nei confronti del “Grande Fratello”, forse per indifferenza, magari semplicemente per non essere da meno. Fra tutti gli scatti visti e ricevuti in queste settimane, una foto mi è rimasta particolarmente impressa: quella di una conoscente, che la ritraeva dieci anni fa provata, su un letto d’ospedale, collegata a una flebo per la chemioterapia, affiancata da una foto recente che la immortalava in un istante di esuberante gioia, in mezzo alla natura. In questi scatti credo ci sia il massimo simbolismo della sfida dei dieci anni: di là da ogni edonistico narcisismo, chi posta le foto, in fondo, ci tiene a comunicare al mondo che sì, siamo ancora qui, reduci dalle nostre grandi e piccole battaglie quotidiane. Sì abbiamo sopravvissuto gli ultimi dieci anni e sì, il desiderio di vita è più forte di tutto il resto. Visto così, cerchiamo di affrontare con fiducia e filosofia la sfida dei prossimi dieci anni!