Tre, due uno… azione | Cooperazione
X

Argomenti popolari


LO SPOT TIVÙ DI NATALE

Tre, due uno… azione

Da venerdì sta andando in onda in TV il nuovo spot di Natale Coop che narra la storia di Fiocco, un mostro delle nevi solitario che stringe amicizia con due bambini. Siamo andati sul set di questa produzione svizzera.

FOTO
MONIQUE WITTWER
09 novembre 2020
Fiocco è il protagonista dello spot tivù natalizio che ci accompagnerà.

Fiocco è il protagonista dello spot tivù natalizio che ci accompagnerà.

SolitudineLa situazione è surreale: nella suggestiva faggeta della Murgtal glaronese, sopra il Walensee, spunta un pupazzo di oltre due metri con una pelliccia bianca arruffata, mani gigantesche e uno sguardo malinconico. Con fare un po’ goffo, il gigante bianco fa due passi verso un alberello d’abete e lo supera. Da dietro l’albero si leva una voce: «Ottimo lavoro Jill, questa ce l’abbiamo! Grazie!».

Natale fuori stagione

È il 5 agosto 2020 e siamo in piena estate. Il sole caldo risplende su un cielo terso, mentre l’ombra della foresta rende più sopportabile la temperatura. Sembra incredibile ma in pieno agosto si sta girando una scena natalizia, neve e momenti di coccole: siamo sul set esterno del nuovo spot di Natale Coop e le riprese sono top secret. Il manovratore interno del grande pupazzo bianco è Jill Wagner (20 anni), studente zurighese che ha rimediato un secondo lavoro niente male. «Non è il primo lavoretto che faccio» dice. «Ma di animare un pupazzo non mi era ancora capitato».

Sul set interpreta Fiocco, il mostro delle nevi protagonista del nuovo spot natalizio Coop. La sua storia assomiglia a una favola: la famiglia del giovane Fiocco vive al Polo Nord. Da millenni la tradizione vuole che tutti i mostri delle nevi portino la neve all’uomo. Affinché completino la loro missione, i genitori dei mostri delle nevi spediscono i loro figli in capo al mondo. Fiocco non fa eccezione e finisce in Svizzera ma qui, non trovando suoi simili, inizia a sentirsi solo. Parte quindi per un viaggio intorno al mondo in cerca di altri suoi simili ma in giro non ce n’è più nessuno.

Il mostro delle nevi gentile nella riproduzione al computer.

Deluso ritorna in Svizzera e si nasconde nella sua caverna. Sopraffatto dall’amarezza, si dimentica persino di come si fa a far nevicare. Un giorno sente alcune voci di bambini provenire da fuori. Fa capolino dalla caverna e nota uno zainetto dal quale sono cadute arance e noci. Fiocco le afferra, ma un cane gli abbaia contro. Impaurito, il mostro solitario inciampa su un piccolo abete e perde un po’ di neve. Qualche giorno dopo i bambini si ripresentano. Stavolta addobbano l’alberello con bocce di Natale che mettono Fiocco di buonumore. Alla loro terza visita, i due piccoli portano un bambolotto fatto con le loro mani, che gli somiglia: Fiocco non si sente più solo, felice, il giorno di Natale fa fioccare grandi cristalli di neve in tutta la Svizzera.

IL BRANO

Fa vibrare l'anima

Il brano «By your side» («Dalla parte tua»), colonna sonora dello spot Coop, ha tutte le carte in regola per diventare il successone del Natale 2020. La voce malinconica e roca è quella di Argyle Singh, cantante scozzese con radici indiane. Nel 2014 lascia Ayr, sua città natale sulla costa sudoccidentale della Scozia. «In valigia avevo un sacco con dei vestiti e la mia chitarra», dice il cantante. «Volevo fare il musicista di strada». Sbarcato ad Amsterdam (NL), la svolta: «Ho incontrato una donna della quale mi sono perdutamente innamorato». Anziché scoprire il mondo, Argyle Singh decide di seguire il suo grande amore a Basilea, città natale della fidanzata. La convivenza ha avuto alti e bassi: «intervallata da litigi e riappacificazioni, ci siamo sempre ritrovati», spiega Argyle Singh. «Nel brano che canto c’è molto della nostra storia d’amore». Da sette anni in Svizzera, Singh si guadagna da vivere con la sua musica e con la ristorazione ed è diventato un appassionato di snowboard. Ha una speranza: «Forse un giorno il mio sogno di vivere di musica diventerà realtà». La canzone dello spot Coop è un primo passo nella direzione giusta.

Questa storia che parla di solitudine, comunanza e amicizia è commovente. E lo spot tivù che la racconta la renderà ancora più vivida. In questo progetto c’è anche lo zampino di Tobias Fueter, il regista che in passato ha collaborato a diversi film svizzeri di successo come “Il mio nome è Eugen” o “Grounding”. «Per me questo spot veicola un messaggio meraviglioso: ogni volta che ci siamo l’uno per l’altro nasce la magia», afferma il cineasta zurighese. «E se i nostri pensieri sono rivolti al prossimo, nessuno a Natale resterà mai solo. Nemmeno il mostro delle nevi». Questo spirito collaborativo si è dimostrato vincente anche sul set: Jill Wagner, il manovratore del pupazzo, conosce alla perfezione la sua parte. Lo stesso vale per le altre figure tra cameraman, dronisti, tecnici blue screen, ideatori, scenografi, truccatori, addestratori cinofili e altri coinvolti nelle riprese.

A fare un lavoro speciale è Mirko Riess che oggi indossa una tutina integrale di lycra blu aderente. «Per favore non ridete!» ci dice. In effetti in questa veste il giovane ha un aspetto curioso. «In realtà sono il location manager e mi occupo di individuare i luoghi più adatti alle riprese esterne e nei quali poi girare le scene», dice. «Oggi però interpreto anche la parte di Fiocco».

Mirko Riess deve eseguire i salti che il mostro deve fare da copione. I movimenti reali del mimo serviranno all’animatore per ricreare fedelmente Fiocco in studio al computer. Detto, fatto: Mirko Riess salta più volte su un alberello di abete che corrisponde alla scena di Fiocco che fugge nella caverna impaurito dal cane. «Mi manca solo di far nevicare. Ma per quello non sono ancora pronto…», ironizza Riess, sorridente.

L’energia dei bambini

Anche Luna e Jonas, i due bambini ai quali Fiocco si affeziona, ricoprono ruoli importanti nello spot. I loro veri nomi sono Alexia Fionocchiero ed Elias Bichsel. Alexia è una veterana della macchina da presa, mentre Elias è al suo debutto cinematografico. «Mio papà è parrucchiere e organizza spesso show di moda capelli», dice Alexia. «Da bambina sono stata abituata a sfilare in passerella e a stare sotto i riflettori». Nel corso degli anni i genitori hanno incoraggiato il suo talento. «Ho recitato al teatro dell’opera di Zurigo, ho partecipato a diverse sfilate di moda bimbi e ad altri spot pubblicitari», racconta orgogliosa. «Ovviamente ballo e canto anche con i “Monellissimi"»!

Gli attori e i produttori dello spot tivù durante le riprese.

Per Alexia l’atmosfera sul set è super rilassata. Per il fratellino, interpretato da Elias, invece, è tutto nuovo. «All’inizio ero eccitatissimo. Solitamente nel tempo libero gioco a calcio e suono la batteria. Non avevo idea di cosa avrei dovuto fare in scena». Ma si è subito ambientato: «Tutti si occupano di noi e hanno tantissima pazienza».

Elias è felice di poter sbirciare in una produzione cinematografica come questa. «La cosa che mi pesa di più è non poter raccontare ai miei amichetti quel che faccio qui». Ma promette: «Resterò muto come un pesce!».

Fiocco prende vita

Anche il regista loda i due giovani interpreti. «Alexia ed Elias sono stati bravissimi. Quando si gira un film, il 90% del tempo è fatto di attese e i bambini sono stati pazienti, veri professionisti!». Per non parlare della loro capacità d’immaginazione: «Non avendo mai potuto vedere veramente Fiocco, ma interagendo con un fantoccio rigido, hanno fatto uno sforzo di fantasia notevole per interpretare la parte», spiega Fueter. «Adoro l’energia e la spontaneità che portano sul set. Le loro reazioni sono sincere».

Fiocco con la sua controfigura Mirko Riess.

I ragazzi non vedono l’ora di vedere come verrà il film. Del resto le scene reali girate dal vivo nel bosco sono solo una base per i tecnici dell’animazione che in post-produzione faranno un lavoro di cesello e si concentreranno su due aspetti: dare alle scene l’ambientazione invernale con fiocchi di neve e rendere Fiocco il più credibile possibile. Sia il modello in costume sia il mimo in tuta blu sono dei segnaposto per il mostro che prenderà vita nello spot. «Inventare movimenti credibili, strutture in pelliccia realistiche, sguardi espressivi e sentimenti autentici per una creatura completamente sconosciuta è una sfida incredibile», spiega il cineasta. Sul personaggio di Fiocco ha lavorato una troupe di esperti. Il carattere del mostro con le sue espressioni è stato ideato dallo stesso specialista che ha realizzato altre creature fantastiche per produzioni hollywoodiane come «Alice nel paese delle meraviglie». Infine, gli altri fondali e scenari cinematografici realizzati al computer sono opera di maestri dell’animazione computerizzata neozelandesi che hanno creato effetti simili per «King Kong». «In questi mesi vedere l’evoluzione di Fiocco è stato affascinante. Il risultato è straordinario», conclude Vanessa Finzer responsabile pubblicità da Coop.

Lo spot è stato girato prima della pandemia, nel rispetto delle raccomandazioni ufficiali richieste in quel periodo


La grande raccolta

Un magico inverno e una raccolta mostruosa: con «Let it Snow», l’ultima promozione di Natale Coop, l’inverno si preannuncia all’insegna delle coccole. Grazie agli articoli della raccolta dedicata al simpatico Fiocco, il mostro delle nevi, a divertirsi saranno i bambini. Ma anche gli adulti non hanno di che lamentarsi. Le regole sono sempre le stesse: un bollino ogni 10 franchi di spesa. Con una tessera completa (40 bollini) si riceve gratis un articolo «Let it Snow» a scelta tra un peluche del mostro delle nevi, Fiocco (fr. 19.90), una soffice coperta di Fiocco con cappuccio (fr. 29.90), un set composto da tazza e coppetta Fiocco (fr. 19.90), un portacandela con design intercambiabile (fr. 14.90), un set di tazze con motivi invernali (fr. 14.90) e una coperta nella fantasia a fiocchi di neve (fr. 29.90). I bollini saranno distribuiti fino al 24 dicembre nei supermercati e nei Ristoranti Coop, nei centri Coop Edile + Hobby, da Coop City e su coop.ch. Le tessere possono essere utilizzate fino al 31 dicembre 2020. I bollini possono essere raccolti anche in formato digitale con l’app Supercard. Più info sul sito in calce.

www.coop.ch/letitsnow