Insalata con… olio, aceto e fantasia | Cooperazione
X

Argomenti popolari

A TAVOLA
CUCINA LEGGERA

Insalata con… olio, aceto e fantasia

Un buon condimento è spesso un ottimo complemento per trasformare una semplice insalata classica in una prelibatezza molto più intrigante. Ecco qualche suggerimento sfizioso.

TESTO
FOTO
Alain Intraina
15 marzo 2021

Aveva ragione James Beard – chef americano, insegnante e pioniere di programmi di cucina televisivi – quando diceva «troppe semplici insalate verdi soffrono di mancanza di immaginazione». A seconda di quello che se ne vuol fare: antipasto, piatto unico o contorno, a volte basta infatti poco per rendere la lattuga più ricca e sfiziosa. Di sicuro un olio e un aceto buoni sono un ottimo punto di partenza per ottenere un risultato soddisfacente; una considerazione che per alcuni risulterà forse banale ma che, credetemi, è tutt'altro che scontata. Il resto del condimento si compone di fantasia e di coraggio nel combinare consistenze e sapori. Germogli o erbette aromatiche sono perfetti sempre, ma diventano molto utili quando l’insalata deve restare un semplice contorno. E in questo caso anche delle semplici foglioline di salvia, tagliate a striscioline, possono fare una bella differenza. Via libera invece a formaggi, verdure scottate, carne, pesce, frutta e agrumi se volete fare della vostra lattuga un antipasto o un piatto unico. L’importante è osare e divertirsi in cucina, giocando con gli ingredienti!


Formaggio, noci e pere è un abbinamento che funziona già da solo; difficile che non vada bene se messo su un letto di lattuga o rucola. Noi abbiamo scelto il gorgonzola, ma pure il pecorino fa la sua figura. Meglio usare un formaggio duro o semiduro, è più facile da gestire.


Insalata con avocado, uovo sodo e Gruyère... un’accoppiata sostanziosa, facile da portare in ufficio per una pausa pranzo rifocillante. Separate il rosso d’uovo dal bianco e poi, sbriciolato, usatelo per ottenere una salsetta con un po’ di olio, aceto, sale e un pizzico di curry.


Con o senza l’aggiunta di finocchi, l’insalata verde con arancia e olive è una proposta sicuramente fresca per l’estate e preziosa per l’inverno, perché garantisce all’organismo un buon apporto di vitamina C. Se il succo dell’arancia non vi basta come aceto, aggiungete del limone.


Una “Caesar salad” di pesce, dove però le scaglie di parmigiano possono essere sostituite dai germogli di soia. Preparatela con un filetto di salmone affumicato oppure, se avete più tempo, con un trancio di questo pesce fresco e cotto in padella. Panna acida e limone per il condimento.


Asparagi e fragole, un omaggio alla primavera con due ingredienti di stagione. Le punte di asparago sono state sbollentate ma, volendo, si possono anche scottare in padella. Sbizzarritevi a ricoprire le biglie di formaggio caprino; noi abbiamo usato un bouquet di pepe, semi di papavero e sesamo.


La freschezza delle mele si sposa bene con il sapore dei gamberi, grandi o piccoli che siano. Le mandorle – magari pure tostate – aggiungono un tocco di croccante in più a questa insalata da condire solo con olio e limone oppure con una salsetta rosa a base di yogurt.