La spelta diventa pasta | Cooperazione
X

Argomenti popolari

ATTUALITÀ
PASTE BIO

La spelta diventa pasta

In Svizzera centrale, l’azienda Pasta Röthlin produce le paste alla spelta Coop bio Naturaplan. Con la tecnica dell’essiccazione delicata che le conferisce una qualità superiore e un gusto molto apprezzato.

TESTO
31 maggio 2021
La spelta bio con cui si fanno le paste Naturaplan proviene dai cantoni di Lucerna, Argovia e Berna.

La spelta bio con cui si fanno le paste Naturaplan proviene dai cantoni di Lucerna, Argovia e Berna.

Nel cuore della Svizzera

La pasta alla spelta Naturaplan è prodotta presso Pasta Röthlin AG a Kerns (OW), a una ventina di km da Lucerna, da una piccola squadra di 40 impiegati. Si tratta di uno degli ultimi produttori di pasta ancora attivo in Svizzera. Nel 2014, Coop ha colto la nascente tendenza della spelta e ha incaricato la piccola media impresa di produrre pasta Naturaplan utilizzando spelta bio con la Gemma Bio Suisse. Insieme hanno continuato a proporre questa linea di prodotti di qualità particolarmente eccezionale che oggi conta8 varietà, di cui unaal farro. La pasta di Kerns vanta una lunga tradizione. Basti pensare che la panetteria Röthlin, oggi anche pastificio, ha iniziato a produrne nel 1936. L’aziendaè a tutti gli effetti la pioniera della pastadi spelta.

Gusto leggero di nocciola

«La pasta di spelta ha più gusto di quella di grano – spiega Bruno Höltschi – e sa leggermente di nocciola». E aggiunge: «Si tratta di un cereale robusto, che ha un carattere più deciso e si adatta meglio alle regioni alpine e prealpine e al loro clima». Dato che i chicchi di spelta sono piuttosto morbidi, prima della macinazione si toglie solo una parte dell’involucro, ciò che dona alla pasta un colore leggermente brunastro.

La sua filosofia: il terreno e  la qualità

Figlio di un agricoltore della Seetal (LU), Bruno Höltschi (56 anni) ha studiato economia agraria al ETH di Zurigo. Nel 2012 è entrato a far parte del consiglio di ammini-strazione di Pasta Röthlin. L’anno successivo acquisisce la maggioranza delle azioni. All’epoca, il futuro dell’azienda era molto incerto e occorreva darle nuovo slancio. L’appassionato di sci, che parla anche il francese, ha puntato su varietà di pasta di alta qualità, prodotte con un metodo di essicazione delicata (vedi riquadro) che preserva le proprietà nutritive dei cereali. «Il mio obiettivoè di realizzare prodotti con materie prime svizzere, trasformate e vendute in Svizzera. È la strategia della mia azienda». E di lanciare questa sfida: «È un po’ peccato che non si controlli mai la provenienza della pasta, al contrario di quanto si fa per la carne o il formaggio!».

Gemma bio

La pasta alla spelta Naturaplan viene prodotta con spelta bio, coltivata conformemente alle severe direttive di Bio Suisse. Non si utilizzano pesticidi chimicidi sintesi, né prodotti chimici di alcun tipo. Inoltre,tutta l’azienda del produttore deve avere la certificazione bio. Queste direttive sono sinonimo di qualità piuttosto che di quantità: il rendimento della raccoltaè leggermente inferiore, ma solo i migliori chicchi vengono utilizzati per i prodotti Coop Naturaplan.

Produzione delicata

La pasta di Kerns è prodottain modo particolarmente delicato. Se i grandi produttori realizzano 10.000 kg l’ora, gli impianti di Pasta Röthlin ne generano500 kg. La pasta non passa in un essiccatore turbo a una temperatura da 80° a 120°C per 2 ore, ma viene essiccata delicatamente a 60 °C nel corso di 10 a 16 ore, a seconda della varietà. Questa filosofia di produzione richiede tempo, ma consente di preservare al meglio gli aromi del prodotto finale.


Penne rigate primavera

Ricetta preferita di Bruno Höltschi

Per 5 persone

Circa. 645 kcal a persona

Preparazione: 45 min. in tutto

Ingredienti

  • 400 g di pasta Naturaplan bio penne rigate di spelta
  • Acqua salata, bollente
  • 6 c. di olio d’oliva extra vergine
  • 200 g di sminuzzato di pollo Naturaplan (per vegetariani, p. es. filetti vegetali Garden Gourmet)
  • Sale e pepe
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 1 piccola cipolla, finemente tritata

 

  • 250 g di pomodorini cherry
  • 200 g di asparagi verdi svizzeri,mondati, sbollentati, tagliati a metà
  • 50 g di pomodori secchi,tagliati a listarelle
  • 100 g di pesto al basilico

 

  • 10 g di erba cipollina, tritata finemente
  • 10 g di foglie di basilico,tagliate a lamelle
  • 10 g di foglie di rucola
  • 4 ravanelli a fette
  • 15 mozzarelline

 

  • Scorza di un limone

 

Preparazione

Scaldare 3 c. d’olio d’oliva in padella. Far saltare lo sminuzzato di pollo condito o l’alternativa vegetariana. Aggiungere altri 3 c. d’olio d’’oliva e rosolare l’aglio e la cipolla tritata. Incorporare i pomodorini, gli asparagi cotti e i pomodori secchi. Aggiungere il pesto e mescolare con la pasta. Condire con sale e pepe.

Disporre le penne in un piatto per pasta. Guarnire con erba cipollina, basilico, rucola,  ravanelli a fette e mozzarelline.

Grattare un po’ di scorza di limone e gustare immediatamente.Buon appetito.