X

Argomenti popolari

TEMPO LIBERO
PATRIMONIO UNESCO

Una spettacolare traversata delle Alpi

Con 196 ponti, 55 gallerie e una varietà di zone climatiche, il percorso della Ferrovia retica tra Thusis, nei Grigioni, e Tirano, in Italia, è dal 2008 Patrimonio mondiale dell’Unesco.

FOTO
Robert Bösch, Christoph Sonderegger, Erik Süsskind
08 giugno 2020
Il viadotto Landwasser,  alto 65 metri,  è il punto più spettacolare  del viaggio da Thusis a Tirano.

Il viadotto Landwasser, alto 65 metri, è il punto più spettacolare del viaggio da Thusis a Tirano.

Tutt’a un tratto, poco dopo Alvaneu Bad, nel vagone della Ferrovia retica si fa largo una certa agitazione: tutti si precipitano sul lato destro del treno, macchine fotografiche alla mano. Sta arrivando il famoso viadotto che si erge per 65 metri sopra il torrente Landwasser, superandolo con un’elegante curva a destra. I passeggeri hanno pochi secondi per fare qualche scatto, poi il convoglio viene inghiottito dal tunnel che buca la parete rocciosa antistante. Oltre al viadotto Landwasser, i 122 chilometri di questa tratta ferroviaria a scartamento ridotto, che permette di valicare i passi dell’Albula e del Bernina, offre molte altre vedute mozzafiato. Il treno circola tra Thusis, nei Grigioni, e Tirano, in Italia, attraversando ben 196 ponti e 55 gallerie. Queste meraviglie ingegneristiche sono il frutto della fatica di circa 5.000 operai, per la maggior parte italiani, impiegati tra il 1898 e il 1919 in condizioni di lavoro oggi inimmaginabili.

Chi percorre tutta la tratta, attraversa tre regioni linguistiche e diverse zone climatiche, con tracciato e paesaggio che si completano in modo armonioso. Già all’epoca, infatti, i progettisti avevano preso in debito conto gli interessi di un turismo allora emergente. E proprio il riuscito accostamento di tecnica e bellezza paesaggistica, insieme alla qualità esemplare delle prestazioni ingegneristiche, sono stati decisivi per l’inserimento della Ferrovia retica nel Patrimonio mondiale dell’Unesco.

Il modo più comodo per scoprire questo sito Unesco è viaggiare a bordo delle carrozze panoramiche del Bernina Express, da cui si gode di una vista eccezionale. Partendo da Coira, la corsa dura poco più di quattro ore, durante le quali sfilano uno dopo l’altro paesaggi fra i più suggestivi e una serie di straordinarie realizzazioni del genio civile ferroviario. Poco dopo Thusis, i binari si addentrano nella Schinschlucht, una gola impressionante che conduce al famoso viadotto Landwasser. Sopra Bergün, il treno s’inerpica verso Preda in una vertiginosa ascesa attraverso gallerie elicoidali, che lo fanno passare quattro volte da un versante all’altro della valle. Dopo Preda, il treno attraversa il tunnel dell’Albula, che lo porta in Engadina, e da lì al Passo del Bernina, situato a 2.253 m di altitudine. Superata la linea degli alberi, il panorama si apre sulle vette engadinesi, fra le quali spiccano il Piz Bernina e il Piz Palü. A questo punto si costeggia il Lago Bianco, uno dei luoghi più affascinanti del percorso: l’acqua di disgelo del ghiacciaio gli conferisce una spettacolare colorazione verde-azzurra e lattiginosa. Proseguendo verso Sud, il paesaggio di alta montagna cede il posto alle selve castanili e persino a qualche palma: si arriva a Poschiavo, con il suo clima già quasi mediterraneo. E da lì si raggiunge il confine con l’Italia e poi Tirano.


Doppia avventura: un viaggio sulla linea Patrimonio mondiale dell?Unesco con un treno storico.La meta è il viaggio stesso: la Ferrovia retica attraversa paesaggi magnifici.

RHB Albula/Bernina

Cose da fare e da vedere

  • Viadotto: una corsa di mezz’ora sul “Landwasser-Express”, il trenino che dalla stazione di Filisur e porta al famoso viadotto Landwasser.
  • Mulini glaciali: una breve passeggiata dalla stazione di Cavaglia, sulla linea del Bernina, conduce alle tracce lasciate dai mulini glaciali, fenomeni che mostrano la forza della natura.
  • Museo: il Museo ferroviario Albula di Bergün propone un’immersione nell’affascinante storia della Ferrovia retica.

Prenotazioni su: www.welterbeticket.ch

Doppia avventura: un viaggio sulla linea Patrimonio mondiale dell?Unesco con un treno storico.La meta è il viaggio stesso: la Ferrovia retica attraversa paesaggi magnifici.

Patrimonio mondiale Unesco

Serie di Cooperazione (1)

Il marchio «Bene del Patrimonio mondiale» dell’Unesco viene conferito a siti culturali e naturali di «eccezionale valore universale». In Svizzera sono dodici. Si tratta di punti d’interesse da non mancare, poiché rappresentano le perle del patrimonio naturale e culturale del nostro Paese. Nelle prossime settimane, qui sulle pagine di Cooperazione vi presenteremo alcuni di questi luoghi d’eccezione.

www.whes.ch

La prossima settimana: Monastero benedettino San Giovanni a Müstair.