«Il meglio di due mondi» | Cooperazione
X

Argomenti popolari

FOCUS
FAI DA TE

«Il meglio di due mondi»

Coop rileva la catena del mercato edile Jumbo, che verrà fusa con edile+hobby per dar vita a un nuovo formato specializzato chiamato Jumbo. Daniel Stucker, vicepresidente della Direzione generale Coop e capo della Direzione Trading, vede grandi opportunità per Jumbo e molti vantaggi per i clienti.

FOTO
LUCIA HUNZIKER
30 agosto 2021
Daniel Stucker,  vicepresidente  della Direzione generale Coop.

Daniel Stucker, vicepresidente della Direzione generale Coop.

Coop rileva Jumbo. Quali vantaggi per i clienti derivano dalla fusione?

Si uniscono due formati forti e con un’offerta attrattiva, ciò che ci dà l’opportunità di combinare il meglio di questi due mondi. Edile+hobby ha i suoi punti di forza soprattutto in settori quali giardinaggio, barbecue, tempo libero e bricolage. Inoltre offre un ampio assortimento di prodotti sostenibili e la possibilità di utilizzare la Supercard. Dal canto suo, Jumbo ha come punto di forza la sua offerta di prodotti di marca e di marche proprie, tra cui Ayce, Jardin Royal e Mood, oltre alla sua grande competenza nel classico settore del fai da te, dai trapani ai materiali da costruzione. Questa combinazione si traduce in un’offerta unica per i nostri clienti in Svizzera. Inoltre, le 40 sedi Jumbo porteranno la rete di filiali a oltre 120, in modo da essere ancora più vicini ai consumatori, in particolare nella Svizzera francese.

IN BREVE

  • Coop rileva la catena del mercato edile Jumbo.
  • I marchi Jumbo e edile+hobby verranno fusi e in futuro continueranno a operare come formato specializzato del Gruppo Coop sotto il nome Jumbo.
  • Più di 120 negozi in Svizzera: alle 80 filiali edile+hobby già esistenti si aggiungono le 40 di Jumbo.
  • Un assortimento attrattivo, grazie alla competenza di Jumbo nel fai da te e ai prodotti sostenibili e per il giardinaggio e il bricolage di edile+hobby.
  • Prodotti di marca e a marchio proprio a prezzi formidabili e una gamma ampliata di prodotti a prezzi particolarmente bassi.
  • Il più grande negozio web del Paese con la possibilità di farsi consegnare i prodotti acquistati a casa o di ritirarli nei punti di vendita.

Perché rinunciate a un nome consolidato come “Coop edile+hobby” e scegliete di giocare la carta “Jumbo”?

La decisione è stata quella di dare vita a un’organizzazione e a un formato forte sotto il nome Jumbo, per guadagnare allo stesso tempo in forza e focus. Non è certo stata una decisione facile da prendere. Ma il marchio Jumbo rappresenta il classico centro per il fai da te, mentre “Coop”, con i suoi supermercati, viene identificata principalmente con l’alimentazione. Inoltre, gestiamo già con successo vari formati specializzati come Fust, Interdiscount o Christ, che hanno mantenuto il proprio marchio. Con Jumbo, non facciamo altro che aggiungere il più grande negozio per il fai da te della Svizzera.

Ci saranno delle filiali di “edile+hobby” o di “Jumbo” che verranno chiuse a seguito di questa acquisizione?

No, continueremo a gestire tutti gli attuali punti di vendita edile+hobby e Jumbo, restando quindi molto vicini ai nostri clienti.

Chi si è abituato alle marche Coop come Oecoplan, Naturaplan o Pro Specie Rara nel settore del giardinaggio si vedrà costretto a cambiare?

La sostenibilità fa parte del DNA del Gruppo Coop. Ciò significa che non solo continueremo con tutti i marchi sostenibili che ha menzionato, ma che espanderemo ulteriormente l’offerta. Presto saranno disponibili anche nei 40 negozi Jumbo che sono stati rilevati.

Promuoverete in modo specifico i prodotti svizzeri, come fate nei supermercati Coop?

La “swissness” e la regionalità sono temi importanti non solo nei supermercati Coop, bensì anche nei nostri negozi di fai da te. Per esempio, abbiamo un’attraente selezione di prodotti svizzeri, specialmente per quanto riguarda fiori e piante, ma anche il legno, che si distinguono per la loro freschezza e per le brevi distanze di trasporto. Continueremo a espandere questi assortimenti anche sotto il marchio Jumbo.

«Continueremo a gestire tutte le filiali e a impiegare tutto il personale di vendita»

 

I prezzi tenderanno a scendere?

Sia Coop edile+hobby sia Jumbo offrono già prodotti di marca e a marchio proprio a prezzi formidabili. E noi non solo uniremo gli assortimenti di prodotti particolarmente convenienti, ma li amplieremo.

Quale sarà la presenza online di Jumbo?

Uniremo i punti di forza dei due webshop. Questo ci permetterà di offrire ai clienti una soluzione al top anche online, il che include il cosiddetto approccio “omnichannel”. Questo significa che i clienti potranno ottenere informazioni complete online, comprare i prodotti e poi farseli consegnare a casa o ritirarli nei punti di vendita.

La Supercard verrà accettata da Jumbo?

Sì, non appena avremo convertito i relativi sistemi informatici, la Supercard sarà valida in tutte le filiali. Questo processo dovrebbe avvenire nel corso del 2022. Condivideremo l’informazione non appena sarà il caso. I clienti Jumbo potranno quindi beneficiare del più grande programma di fidelizzazione della Svizzera in tutte le sedi.

Saranno da prevedere dei licenziamenti da parte di Coop a seguito dell’acquisizione?

Dato che continueremo a gestire tutte le filiali, continueremo anche a impiegare tutto il personale di vendita. Nell’amministrazione, nel caso in cui, a causa di doppioni, alcuni posti di lavoro dovessero venire eliminati, Coop offrirà ai collaboratori, se possibile, posti di lavoro alternativi.

I negozi di fai da te hanno beneficiato della crisi pandemica, dato che molti consumatori si sono visti limitati a casa e giardino. Pensa che l’industria possa sperare in una continua crescita delle vendite?

Nell’ultimo anno e mezzo c’è stata effettivamente una forte crescita. In questo senso, con il ritorno alla normalità ci sarà di nuovo in una certa misura un rallentamento. Ma crediamo nel potenziale di crescita del mercato. E faremo tutto il possibile per convincere i nostri clienti del valore di Jumbo e poter così partecipare a questa crescita.