X

Argomenti popolari

L'unione 
fa la forza

La comunità aziendale Bioleguma a Ried
bei Kerzers conta tra le più grandi e innovative
aziende bio della Svizzera.

TESTO
FOTO
Peter Mosimann
04 settembre 2018

Agricoltura biologica in grande stile. Da sinistra a destra: Jürg Frey, Rolf Etter, Roland Fasnacht e Roland Mäder di Bioleguma.

Grandi terreni agricoli, grandi serre, un grande assortimento e un grande team: da Bioleguma, a Ried bei Kerzers, è tutto un po’ più grande di quanto ci si aspetti da un’azienda agricola biologica. La sua storia inizia nel 2001, quando Rolf Etter e Jürg Frey fondano la comunità aziendale Bioleguma. Prima gestivano entrambi aziende orticole, convertite sin dal 1996 all’agricoltura biologica. Da allora rivestono un ruolo pionieristico in quest’area, che nel Seeland è anche nota con il nome di «orto della Svizzera».

Perché scegliere l’agricoltura ecologica? «Il nostro capitale principale è la terra. Solo trattando la madre terra in modo attento e responsabile potremo lasciare in eredità alle generazioni future un pianeta intatto e vivibile», afferma Jürg Frey, padre di tre figlie.

Quattro soci che si completano

Dieci anni fa Bioleguma è stata ampliata, includendo l’azienda di Roland Mäder, mentre nel 2011 è stata la volta di Roland Fasnacht. I quattro agricoltori lavorano spalla a spalla, concentrandosi ognuno su un aspetto specifico: Rolf Etter è specializzato nelle colture in pieno campo, Frey in quelle coperte, Roland Fasnacht è esperto di fama nazionale nella coltivazione del rabarbaro e Roland Mäder si occupa dell’allevamento di vacche nutrici della rara razza del bovino grigio 
retico.

Insieme lavorano un’area di circa 
ottanta ettari, di cui sette di colture 
coperte. «Non abbiamo inseguito la crescita di proposito» spiega Frey, che però nell’attuale situazione di mercato vede chiaramente i vantaggi di una grande azienda sorretta da più pilastri. Bioleguma occupa circa cento persone. «Senza i nostri collaboratori, alcuni 
dei quali di lunga data, non saremmo nulla», dichiara il 46enne sottolinean-
do il valore del team, che ogni giorno si occupa di coltivare, irrigare, estirpare 
le erbacce, raccogliere, mondare, lava-
re e infine distribuire i prodotti freschi 
sul mercato.

I quattro soci, accomunati da un forte spirito d’innovazione, hanno continuato a investire nell’attività, anche in misura importante, come nel caso del nuovo sistema di compostaggio o dell’impianto fotovoltaico, e di recente nella rivendita di prodotti biologici «La Ferme 1794». 
Ma siamo certi che Bioleguma ha in serbo molti altri progetti....