X

Argomenti popolari

SPECIALE GRILL

A tutta birra

Una birra in edizione limitata in esclusiva da Coop, creata dagli apprendisti di Feldschlösschen. Il ricavato va interamente a favore della formazione dei birrai in Svizzera.

FOTO
PETER MOSIMANN
22 aprile 2019

Da sinistra, Dominik, Pascal e Laurin nella sala di cottura della Feldschlösschen.

Il futuro della birra svizzera è anche nelle loro mani, nei giovani che decidono di fare i birrai. Per ciò, seguono una formazione da tecnici alimentaristi di tre anni, che include l’approfondimento del prodotto brassicolo. Ma un progetto come quello della birra Feldschlösschen Kristallweizen, nessun tirocinante ha mai avuto finora l’opportunità di realizzare. «Infatti, è la prima volta che abbiamo dato la possibilità agli apprendisti di creare una nuova birra da mettere in vendita» spiega Stéphane Quellet, responsabile della produzione e della formazione degli apprendisti birrai da Feldschlösschen. Due i vincoli “imposti” ai giovani Laurin, Pascal e Jan, affiancati dal neo-birraio Dominik: dev’essere beverina e distinguersi dalla quarantina di etichette già esistenti della birreria di Rheinfelden (AG).

Un capolavoro degli apprendisti

Quattro ragazzi, quattro preferenze di birra. Ma con l’obiettivo di pensare al grande pubblico. Dopo due settimane di scambi di idee, la decisione: sarà una birra di frumento. È seguita la fase di prove, con mezza dozzina di ricette da testare in cotte da 200 litri: quale malto d’orzo per ottenere i riflessi caramellati, quanto luppolo aromatico e quanto amaro? A fianco, per ogni dubbio, Ulrich Graulich, responsabile dello sviluppo dei prodotti. «L’idea di averci affidato questa responsabilità è geniale» dice Pascal.

«Ci siamo buttati a capofitto nel lavoro, senza contare le ore» aggiunge Dominik. Un momento indimenticabile di quest’esperienza? «La collaborazione tra di noi e il piccolo “malheur” nella fase di filtrazione…» risponde Laurin. «In effetti, la filtrazione della birra di frumento chiara è un’operazione complessa – sottolinea Quellet –. Ma è giusto che abbiano potuto fare le loro esperienze».

Il risultato? Un capolavoro degli apprendisti! Una birra filtrata, dalle sfumature dorate, bella schiuma, con una lieve amarezza e leggermente fruttata, cremosa con note di banane e di luppolo. «Da accompagnare con un piatto di formaggio e qualche acino d’uva» consiglia Dominik.

Il progetto non finisce però nel bicchiere: il ricavato della vendita di questa “limited edition” andrà interamente a favore della formazione dei birrai svizzeri. «Insomma, lavoriamo per il nostro futuro» concludono i nostri giovani interlocutori. L’iniziativa è sostenuta da Feldschlösschen, dall’associazione svizzera delle birrerie. 


Birra

Con valore aggiunto

Feldschlösschen Kristallweizen

fr. 7.95 fr. /6×33 cl, in vendita per breve tempo, nei grandi centri Coop.