X

Argomenti popolari

MINIMONDO

Milanesini stellari

Silvia, Lauro, Noah e Arianna, con l’aiuto della nostra cuoca Claudia Stalder sfornano soffici omini di pane e golosi biscotti decorati ad arte. Un pomeriggio in cucina tra emozioni e divertimento.

TESTO
02 dicembre 2013

Se avessimo composto un menu con i loro piatti preferiti, avremmo fatto delle pizzette con salame piccante, un risotto allo zafferano, un filetto di manzo e della frutta esotica come dessert. Ma oggi Arianna, Noah, Lauro e Silvia si trovano per preparare i biscotti di Natale e gli omini di pane. Lo fanno con l’aiuto di Claudia Stalder, la cuoca di Betty Bossi che ogni settimana propone alle lettrici e ai lettori di Cooperazione una nuova ricetta. Lei, con il suo entusiasmo innato, non ci mette tanto a captare l’attenzione dei ragazzi. Infatti, Silvia (12 anni) e Lauro (10 anni) hanno già le mani in pasta: si offrono per amalgamare farina, burro, lievito e latte.

Arianna, Silvia, Lauro e Noah preparano gli omini di pane.

Mentre il composto si appiccica alle mani, nell’aria si diffonde subito un profumo di limone: incredibile, basta un po’ di scorza grattugiata di limone bio nell’impasto… Sì, perché la pasta per i cosiddetti Grittibänz è leggermente dolce, grazie allo zucchero, e profumata, grazie appunto al limone. E tanto soffice, come vedremo più in là. L’impasto con un chilo di farina si fa pesante, ora è meglio suddividere la quantità sui quattro ragazzi. Noah (11 anni) è già abituato da casa a fare la treccia, per lui lavorare per oltre cinque minuti l’impasto affinché risulti liscio non è niente di nuovo. «Sapete anche come si vede se la pasta è lavorata sufficientemente?» chiede Claudia. I due ragazzi già lo sanno: incidere la pasta e verificare se ci sono le bollicine d’aria. «È come quando faccio il pane con mio papà» aggiunge Lauro. Arianna (12 anni) invece, a casa fa volentieri i cupcake, perché «è bello poter decorare queste mini-torte».
Mentre la pasta liscia e morbida degli omini di pane lievita, Claudia spiega i prossimi dolci in programma, ovvero i milanesini «stellari». La pasta, per motivi di tempo, è quella comperata. «Mamma la farebbe in casa…» commenta Silvia. Claudia porta quindi tutti gli accessori necessari in tavola, inclusa una novità per questi pasticceri in erba: il set di bacchette per unificare lo spessore dei biscotti. Una bacchetta alta 7 millimetri, posata a destra e a sinistra della pasta, facilita lo spianare dei milanesini: così tutti i biscotti avranno lo stesso spessore e cuoceranno in modo omogeneo. Ecco svelato il barbatrucco! Le ragazze si mettono subito a spianare la pasta; seguono i ragazzi, dopo essersi sfidati con il matterello a mo’ di spada…

Claudia Stalder, redattrice per le ricette di Betty Bossi, e i ragazzi in vari momenti della preparazione.


Al forno vengono messi stelle e stelline di ogni grandezza. Ogni 10-15 minuti, un’altra teglia. E in questo viavai di teglie, Noah sbircia sotto lo strofinaccio di cucina che copre la pasta dei pupazzi di pane: «guardate com’è lievitata!» esclama con gioia. Così, mentre i ragazzi aspettano che i biscotti si raffreddino per poterli decorare, c’è tempo di formare gli omini, con sciarpa e senza, con occhi di uvetta e bottoni di nocciole, o addirittura senza testa del tutto. «Un fantasma» intitola Lauro i suoi esseri di pane. Una pennellata di uovo sbattuto, e via in forno.
«Ora arriva la parte più bella – prevede Silvia – la decorazione dei biscotti!». La dodicenne adora fare la deco, anzi, per lei, ogni biscotto dev’essere differente dall’altro.  Le due ragazze si concentrano e si divertono con la glassa di cioccolato e le tante decorazioni di zucchero. «Ma i miei favoriti rimangono i fiocchi bianchi di zucchero» racconta Arianna, e ne posa uno su un punto di cioccolato fondente. Chine sui loro biscotti, la decorazione è un lavoro che per le ragazze potrebbe andare avanti ancora un bel po’: ci mettono tanta creatività, passione e concentrazione. Tutti i quattro ragazzi sono unanimi: «questo pomeriggio ci siamo divertiti, portiamo a casa tante cose belle e buone… agli omini di pane così soffici magari mancherà qualche gamba, perché non vediamo il momento di poterli mangiare».


Le ricette

Scarica il PDF

Milanesini stellari

Ingredienti per 24 biscotti circa

  • Poca farina bianca

Decorazione 1

  • Poca panna
  • Poco zucchero a granelli
  • Poco zucchero a velo

Decorazione 2

  • ½ confezione di glassa di cioccolato, sciolto
  • Varie decorazioni di zucchero

Preparazione

Su un piano leggermente infarinato, stendere la pasta per milanesi a ca. 7 mm di spessore. Ricavare con le formine a mo’ di stella i biscotti in differenti grandezze. Sistemare i biscotti su una teglia da forno coperta con carta da forno.

Spennellare metà dei biscotti con poca panna e distribuirvi dello zucchero a granelli. Mettere possibilmente i biscotti per ca. 15 min. al freddo. Cottura: 10-13 min. a dipendenza della grandezza dei biscotti, in mezzo al forno preriscaldato a 200 °C.

Decorazione 1: lasciar raffreddare i biscotti con lo zucchero a granella su una gratiglia. Spolverarli con lo zucchero a velo.

Decorazione 2: lasciare raffreddare leggermente i restanti biscotti sulla teglia da forno. Decorarli con il cioccolato sciolto e aggiungere subito la decorazione a base di zucchero a granelli. Lasciar asciugare completamente.
 

Ingredienti (per 6 omini circa)

  • 1 kg di farina per treccia oppure farina bianca
  • 1 c di sale
  • 5 c di zucchero
  • 1 limone biologico, la scorza grattugiata
  • 1 cubo di lievito (42 g), sbriciolato
  • 120 g di burro, a temperatura ambiente
  • 6 dl di latte, tiepido
  • zucchero a granelli, mandorle o noci per decorare
  • 1 uovo, sbattuto

Preparazione

In una scodella mescolare farina, sale, zucchero scorza di limone e lievito. Aggiungere burro e latte e lavorare l’impasto. Lasciar riposare per ca. un’ora così che lieviti al doppio volume.

Forme: mettere da parte metà dell’impasto. Dividere l’altra metà in 6 palle, quindi formare dei rotoli di ca. 15 cm di lunghezza. Formare gli omini e posarli sulla teglia da forno coperta da carta da forno.

Con la metà dell’impasto restante, formare capelli e decorazioni. «Incollarli» alla pasta con l’aiuto di un po’ d’acqua. Inserire due uvette per gli occhi. Lasciar riposare al freddo gli omini per ca. 15 min. Pennellare l’uovo sbattuto sugli omini. Decorare con noci e zucchero a granelli.

Cottura al forno: ca. 20 min., in mezzo al forno preriscaldato a 200 °C.