X

Argomenti popolari

VINO
TREND FUTURI

Vino: le ultime tendenze

La fine dell’anno è sovente l’occasione per una retrospettiva sui dodici mesi appena trascorsi e per gettare uno sguardo al futuro. Vediamo cosa accade nel mondo del vino.

FOTO
FOTOLIA
28 dicembre 2018

Gli spumanti non sono più bottiglie pregiate da stappare solo in occasioni speciali, ma vini d'aperitivo e da abbinare al pasto.

Il mondo del vino è essenzialmente tradizionalista e si evolve in maniera lenta, ma alcune mode influenzano il consumatore. Le tendenze di questi ultimi anni le ritroveremo sicuramente anche nel 2019.

Leggerezza e dolcezza

Gli spumanti saranno tra i vini prediletti. Questa tipologia di vino, che in passato era sovente relegata alle feste di fine anno o per festeggiare occasione particolari, oggi è spesso bevuta come aperitivo durante tutto l’anno sia naturale, per assaporarne tutta la sua fragranza, oppure miscelato. Ricordiamo l’Aperolspritz e l’Hugo, più estivi, o il mimosa con succo d’arancia per i periodi più freddi. Riguardo ai vini tranquilli, si nota un apprezzamento crescente per i rosati, come pure, tra i vini bianchi, quelli freschi e fruttati destano un interesse sempre maggiore, sebbene lo Chardonnay resti il più gettonato. Sauvignon, Gewürztraminer e Viognier piacciono perché se ne riconoscono gli aromi di pesca, mango, rosa o albicocca. Tra i vini rossi, se dopo gli anni ’80-’90 del Novecento, il consumatore premiava la predominanza di legno, ora sta facendo un passo indietro. Si nota un ritorno ai vini freschi e fruttati dove le caratteristiche del vitigno devono prevalere e il legno, se utilizzato, deve rimanere complemento, essere quasi impercettibile.
Se da una parte è il consumatore a definire le tendenze, dall’altra alcuni produttori cercano in un egual modo di conquistare una nuova fascia di clientela. In diversi casi, si tratta delle ultime generazioni, cresciute con Coca-Cola, Alcoopops o altre bevande dolciastre: ecco quindi che negli ultimi anni appaiono vini con resti di zucchero più o meno accentuati. Questi vini, che fanno da apripista ai nuovi consumatori, spesso non trovano ampi consensi tra gli estimatori di vino, che cercano la tipicità del vitigno e del terroir.