X

Argomenti popolari

CONSULENZA
LEGALE

Il vicino riluttante

I danni di un confinante, la revoca della donazione e il significato di invalidità.

FOTO
illustrazione reto crameri
28 ottobre 2019

Avvocato

Alessandro Mazzoleni

Il mio vicino è proprietario di un terreno agricolo di cui non si occupa minimamente: da decenni avanza incontrollatamente il bosco. Nonostante solleciti, il vicino non intraprende alcunché e il Comune sostiene di non poter intervenire. Come possiamo salvaguardare il terreno agricolo, i muretti a secco e le splendide fontane?

Di principio il proprietario può scegliere come gestire il suo fondo. Se la gestione crea inconvenienti, i danneggiati possono rivolgersi al giudice facendo valere interferenze nella loro proprietà o nel loro possesso (cfr. art. 641 ss e 919 ss CC). Se i disagi sono oggettivamente insopportabili, al giudice possono essere fatte valere immissioni moleste (cfr. art. 679 ss CC). Trattandosi di un fondo agricolo, si può anche segnalare la situazione alla Sezione cantonale dell’agricoltura oppure, per oggetti con valore storico e/o architettonico, anche all’Ufficio cantonale dei beni culturali. Prima dell’avvio di tali procedure, e considerato che le fotografie inviate di primo acchito non mostrano una situazione oggettivamente grave, risulta più opportuno interpellare il proprietario, impartendogli un ultimo termine.

Un mio parente ha donato la casa a una donna brasiliana residente all’estero, pensando di ricevere aiuto durante la vecchiaia. Purtroppo non è andata così, visto che ora lui si ritrova in casa di riposo e ha pochi contatti con la donna. La donazione può essere revocata?

La donazione è un contratto con il quale taluno arricchisce un altro coi propri beni senza controprestazione (art. 239 ss CO). È però possibile per il donatore pretendere, a termini del contratto, l’adempimento di un onere accettato dal donatario (art. 245 s CO). Se il donatario non vi adempie, per l’art 249 CO la donazione può essere revocata. In concreto, però, risulterebbe difficile dimostrare che per la validità della donazione il donatore ha posto delle condizioni.

Si può?

Che cosa s’intende giuridicamente con invalidità?

Spesso gli assicurati confondono l’invalidità con la percentuale d’incapacità lavorativa indicata dal dottore. Se quest’ultima è una valutazione medica, l’invalidità è invece un concetto economico. Infatti, con invalidità s’intende l’incapacità di guadagno cagionata da un danno alla salute fisica o psichica, conseguente a infermità congenita, malattia o infortunio. Perché ci sia diritto a una rendita d’invalidità, il danno alla salute deve cagionare una diminuzione della capacità di guadagno (effettiva o presunta) di almeno il 40% (www.ahv-iv.ch/p/4.04.i).

Per i vostri quesiti:

cooperazione@coop.ch