X

Argomenti popolari

TEMPO LIBERO
CASA

Al posto giusto

In un soggiorno piccolo è importante definire le funzioni principali e capire le priorità di chi lo vive, utilizzando pezzi d’arredo comodi e di carattere.

16 settembre 2019

Mobili troppo scuri e slegati fra loro.

Vorremmo alleggerire il locale che non è molto grande, ma siamo indecisi se modificare solo la posizione dei mobili o eliminarne qualche pezzo.S. R., Biasca

Architetto

Isabella Panizza Camponovo

Il tavolo utilizzato saltuariamente si sposta davanti alla vetrata in fondo alla stanza, per ricevere la luce naturale all’occorrenza. Ha il piano in cristallo trasparente, che alleggerisce l’ambiente e lascia filtrare la luce del sole dalla finestra; le sedie sono rivestite di tessuto chiaro, con la seduta e lo schienale leggermente imbottiti, per dare maggiore confort.

Mobili troppo scuri e slegati fra loro.

La parete attrezzata in laccato bianco, subito vicino alla porta, ospita televisore, mensole e un mobile contenitore in legno. La composizione non ha pannelli laterali, che l’appesantirebbero, ed è completamente appesa la muro. Davanti si piazzano gli imbottiti, composti da un divano color corda con differente profondità di seduta, il quale si presta bene per la conversazione ma anche per sdraiarsi a guardare la tv. Si completa della poltrona con poggiapiedi in velluto verde petrolio, del tavolinetto da caffè rotondo e della piantana nera design anni ‘70.

Le pareti sono dipinte di tenue grigio perla, a eccezione di quella del divano, più scura e accessoriata con tre specchi rotondi di diverso diametro, che donano profondità al piccolo soggiorno.

Un binario a soffitto con faretti direzionabili illumina longitudinalmente la stanza e permette di far scendere puntualmente una lampada in metallo nero per schiarire sopra al tavolo (illuminazione tecnica Paulmann da edile+ hobby).


Scriveteci

Per una consulenza gratuita basta inviarci una o più foto del locale che volete modificare e le sue misure.

Inviate la vostra domanda per e-mail indicando come oggetto «Rubrica architetto» al seguente indirizzo: cooperazione@coop.ch

Il bozzetto fornito dall’architetto rappresenta solo un lavoro di ipotesi preliminare di distribuzione e di arredo; non è da ritenersi sufficiente per procedere a interventi edilizi che necessitano di maggiore approfondimento.