X

Argomenti popolari

CONSULENZA
ENERGIA

Le luci della cappa

L’alimentatore nella cappa, il boiler comune del condominio e l’entrata doppia delle lavatrici.

FOTO
ILLUSTRAZIONE DI RETO CRAMERI
11 dicembre 2018

Fisica e presidente S.A.F.E.

Giuseppina Togni

La mia cappa aspirante in cucina ha 4 lampadine ad alogeni da 15 Watt ciascuna. Visto che esistono le alternative, ho acquistato 4 LED da 1 Watt. Se ne sostituisco tre, non ho problemi; se inserisco anche il quarto, la luce non si accende più.
Le lampadine nella cappa sono a bassa tensione e all’interno c’è un alimentatore che trasforma la corrente da 230 Volt a 12 Volt. Gli alimentatori devono avere una portata minima per funzionare, normalmente indicata sull’apparecchio. Il suo alimentatore ha una portata minima che supera i 4 Watt, quindi se sostituisce tre lampadine è a posto, mentre con quattro LED non funziona più. Ha due possibilità per risolvere il problema: o sostituire l’alimentatore, che mio avviso non vale la pena, oppure lasci una lampadina ad alogeni.

A Davos ho un appartamento di vacanza in un condominio. Il boiler per scaldare l’acqua è elettrico e approvvigiona tutto il condominio. La pompa di circolazione è sempre accesa, anche in estate, quando ci sono in media 2-3 condomini. Non sarebbe meglio installare uno scaldabagno istantaneo in ogni appartamento?
In una casa esistente è difficile, perché spesso negli appartamenti non c’è lo spazio e l’infrastruttura necessari. Per risparmiare preziosa energia, però, può chiedere che venga installato un interruttore per la pompa, per esempio vicino all’entrata in comune. Così la pompa viene accesa solo se qualcuno si trova nella palazzina. Per la sostituzione del boiler elettrico si faccia consigliare da un installatore locale.

È ancora utile oggi, con le attuali lavatrici, chiedere che siano dotate dell’entrata separata dell’acqua calda? Nel 2002 avevo acquistato una lavatrice predisposta per la doppia entrata per fr. 3.000.-. Ma mi chiedo, se dovessi sostituirla - considerati i prezzi bassi odierni delle lavatrici “normali” che oltretutto necessitano di meno acqua sia fredda sia calda, vale ancora la pena comperarne una a doppia entrata?
Molto probabilmente no. L’entrata doppia per lavatrici e lavastoviglie si usa per non riscaldare l’acqua calda con l’elettricità, ma sfruttare quella prodotta con l’energia solare o con la pompa di calore. Ora, i nuovi apparecchi consumano poca acqua e poca acqua calda, cosicché un’entrata doppia spesso non vale più la pena. La misura invece è ancora interessante in case plurifamiliari con la lavatrice in comune.

Per i Vostri Quesiti

SCRIVETECI

cooperazione@coop.ch

oppure

Redazione Cooperazione,
Consulenza,
c. p. 2550,
4002 Basilea.

I nostri esperti rispondono solo sul giornale e su quesiti d’interesse generale. Ci scusiamo con coloro che non troveranno la risposta pubblicata.