X

Argomenti popolari

CONSULENZA
ENERGIA

Il letto ad acqua

Il consumo elettrico dei materassi ad acqua, il boiler durante le vacanze, le luci a LED.

FOTO
ILLUSTRAZIONE DI RETO CRAMERI
01 luglio 2019

Fisica e presidente S.A.F.E.

Giuseppina Togni

Ho letto il prospetto di SAFE sulla sostituzione di apparecchi elettrici, ma non ho trovato nessuna informazione sui materassi ad acqua. Il riscaldamento del mio letto ad acqua è guasto e non so se devo farlo riparare o sostituirlo.

I letti ad acqua sono degli enormi consumatori di elettricità, poiché sono costantemente riscaldati a circa 28 gradi. E ciò sia in inverno sia in estate! Quindi, la mia raccomandazione da consulente in energia è abbastanza logica: sostituisca il materasso ad acqua con un materasso normale e se ne accorgerà nella fattura della luce. Un letto ad acqua consuma più energia di quattro frigoriferi. I materassi ad acqua andavamo di moda negli anni ’90, grazie a pressanti campagne pubblicitarie. In sé hanno però, oltre allo sproporzionato consumo di elettricità, una serie di svantaggi, tra cui, il cavo elettrico, l’enorme peso e le sostanze chimiche per trattare l’acqua ed evitare alghe, batteri e altri germi.

Fra poco partiremo per le vacanze. Mi sa dire se dobbiamo spegnere lo scalda acqua elettrico? Ho sentito dire che spegnerlo e riaccenderlo consuma più energia che lasciarlo sempre in funzione. Cosa ci consiglia?

Se le vacanze durano solo alcuni giorni, lo lasci acceso. Se invece siete assenti per più di una settimana, conviene spegnerlo. Anche se ben isolato, il boiler ha delle costanti perdite termiche che vengono continuamente compensate con dell’energia. Se a casa aprendo il rubinetto, l’acqua calda arriva subito, significa che il suo sistema di distribuzione è riscaldato. Ci sono due sistemi diversi per tenere sempre calda l’acqua nell’impianto: una pompa fa circolare l’acqua calda in continuazione (scaricando il boiler) oppure i tubi sono muniti di cavi elettrici riscaldanti. In entrambi i casi, durante le vacanze, anche se brevi, spenga la pompa di circolazione e il cavo riscaldante.


Si può?

I tubi fluorescenti nel mio bagno sfarfallano e vorrei sostituirli con le luci a LED. È possibile farlo senza dover cambiare tutto l’apparecchio illuminante integrato nello specchio?

Le lampadine le può sostituire da solo. Nel caso di reattori ferromagnetici o convenzionali deve però far attenzione a togliere lo starter dal luminario e inserire lo starter nuovo, che trova nell’imballaggio assieme al tubo a LED. Le lampadine fluorescenti con reattore elettronico invece non hanno lo starter. Per risparmiare più energia dovrebbe togliere anche il reattore, quest’operazione dovrebbe però farla l’elettricista.

Per i vostri quesiti, scrivete a:

cooperazione@coop.ch

oppure

Redazione Cooperazione,
Consulenza,
c. p. 2550,
4002 Basilea.