X

Argomenti popolari

CONSULENZA
MODA

È tempo di scarpe basse

Questa primavera va la scarpa con poco tacco. Un look moderno per il tempo libero. Il giro vita da nascondere.

FOTO
ILLUSTRAZIONE DI RETO CRAMERI
25 marzo 2019

Consulente d'immagine

Roberta Piemontesi

È vero che le scarpe più chic della primavera appena iniziata saranno basse e non con il tacco alto?

Buon senso e regole imperanti non sono sinonimi di moda. È vero, però, che l’eleganza più cool ci porterà con “i piedi per terra”. Come giustamente scrivi, il tacco alto, ancora onnipresente, cede il suo scettro a modelli più ridotti o addirittura rasoterra: come l’iconico kitten heel, un tacco molto trendy ma portabilissimo, che con i suoi 5-6 centimetri di altezza rappresenta un ottimo compromesso stiloso sul quale puntare. Sempre in materia di tacchi comodi, troviamo molti modelli ampi e squadrati dal tocco vintage. Su fronte avant-garde, non mancheranno le varianti con tacchi scultura che a volte sfidano le leggi di gravità. Per quanto concerne i modelli più bassi, invece, diamo il via libera ai sabot, ai sandali e alle ballerine con punta rigorosamente affilata.

Ho 41 anni, lavoro in un contesto formale, vestendo di conseguenza la classica divisa giacca e cravatta. Per il tempo libero mi piacerebbe personalizzare il mio look poco fantasioso per essere meno rigido e più moderno; ha qualche consiglio?

La classica unione tra formale e sportivo, definita “semi-formale”, assume oggi nuovi significati contraddistinti dagli ormai imprescindibili codici dello stile streetwear. Per uscire dagli schemi, consiglio di rimpiazzare le polo, i classici pullover e le intramontabili camicie a righe, e tuffarsi in un mondo di t-shirt girocollo, felpe e sneakers tecnologiche, abbinate a pezzi sportivi discreti dal sapore rétro. In questa rilettura contemporanea abbini poi i suoi classici sartoriali, con forme più morbide, linee scivolate e giacche in maglia dal taglio destrutturato. Il colore farà la differenza; aggiunga al classico blu, bianco, rosso e accese tonalità neon in contrasto.

Dopo due gravidanze il mio punto vita appare piuttosto appesantito. Ha qualche suggerimento in vista della bella stagione?

Un giro vita generoso va assottigliato con abiti semplici, morbidi e sagomati. L’idea diffusa di “nascondere” le rotondità sotto strati di tessuto ampio, rigido e informe ingoffa la figura e mette in risalto la zona da mitigare. Scelga bluse e top morbidi che infilerà in modo casualmente asimmetrico nel punto vita di gonne e pantaloni. Questa primavera eviti le cinture alte e vistose di ispirazione anni Ottanta, ma scelga giacche e cardigan sciolti, da portare aperti, per dividere otticamente la sua figura in tre parti.


Avete dei quesiti?

SCRIVETECI

cooperazione@coop.ch

oppure

Redazione Cooperazione,
Consulenza,
c. p. 2550,
4002 Basilea.

I nostri esperti rispondono solo sul giornale e su quesiti d’interesse generale. Ci scusiamo con coloro che non troveranno la risposta pubblicata.