X

Argomenti popolari

CONSULENZA
MODA

Il docente con lo zaino

Basta con la vecchia cartella, la moda e le bizze della meteo primaverile, le declinazioni del jeans.

FOTO
RETO CRAMERI
22 aprile 2019

Consulente d'immagine

Roberta Piemontesi

Sono un docente di 57 anni con uno spirito giovanile e un abbigliamento piuttosto sportivo. La mia cartella ventiquattrore, ormai logora e danneggiata, è da sostituire. Desidero una borsa moderna, pratica, capiente e professionale, adatta agli spostamenti sui mezzi di trasporto; cosa mi consiglia?

Le suggerisco di abbandonare la sua vecchia cartella a mano e scegliere uno zaino: funzionale, moderno simbolo di versatile contemporaneità. Per non fare l’effetto del montanaro in trasferta, le propongo di coniugare confort e stile, preferendo i modelli di design nordico. In commercio ne esistono di svariate forme e materiali: tutto dipende dal contenuto, dall’impiego e dalle sue esigenze. Potrei proporle una variante in scuro tessuto tecnologico (meglio se idrorepellente) con uno scomparto imbottito per il personal computer, uno per i documenti di cancelleria e una parte per libri e quaderni.

Le mutevoli temperature primaverili mi mettono in crisi; come posso vestire alla moda quando la meteo fa le bizze?

Se freddo, pioggia e sole si danno il turno non lasciamoci scoraggiare, ma mettiamo in atto le nostre strategie anti- freddo più creative! Questa primavera la moda dà il bentornato alla maglieria in cotone, proponendoci maglioni e cardigan ampi e strutturati, che vanno indossati infilati nella cintura di gonne e pantaloni per addolcirne le proporzioni. Tra i capi passe-partout interstagionali ritroviamo anche lunghi blazer sciolti, blusotti e trench con spalle importanti, volumi esagerati e forme rilassate. Sul fronte colore dovremmo prediligere le tinte pastello, i toni decisi dal sapore anni ’80, le stampe grafiche, quelle animalier o i motivi floreali tono su tono.

Sfogliando una rivista ho letto che il jeans fa ancora tendenza. Ho ancora la mia giacca denim anni Novanta; posso indossarla?

La mia risposta è sì, poichè dalle passerelle impera l’ordine: “total jeans”, ossia jeans su jeans. Si tratta di abbinamenti completi realizzati nel leggendario tessuto blu, composti da giacche, pantaloni, gonne, corpini e abiti che duettano in pendant. Le declinazioni del jeans si moltiplicano: lo troviamo scuro, nei lavaggi più sbiaditi, con la tecnica anni Ottanta del bleach, ovvero l’effetto “candeggina”, o con inserti e intagli colorati.Insomma, uno sguardo al passato, dal sapore anacronistico, che appare nuovo nel suo forte impatto monocromatico: non facile da interpretare.


Scriveteci

Per i vostri quesiti

cooperazione@coop.ch

I nostri esperti rispondono solo sul giornale e su quesiti d’interesse generale. Ci scusiamo con coloro che non troveranno la risposta pubblicata.