X

Argomenti popolari

famiglia

Guardate le facce di queste persone: hanno tutte più di 100 anni

Ritratti di donne e uomini che raccontano (oltre) un secolo di esistenza, colti dall'obiettivo di Katja Snozzi. — NATALIA FERRONI

26 settembre 2016

Allegria, amarezza, serenità, tristezza o dolcezza: invecchiare ha molte facce. Per il libro Anime centenni, la fotografa Katja Snozzi di Verscio ha ritratto 100 centenari e ultra centenari di tutta la Svizzera. Immagini in bianco e nero riprese unicamente con luce naturale, che permettono di fare emergere l'espressione, senza distrazione alcuna. «Mi sono fermata a 100 persone perché questa era l'idea del libro. Ma avrei potuto continuare, tanto mi sono piaciuti gli incontri. Dalla centenaria che stava vangando l'orto quando sono arrivata a casa sua, al signore che dopo poche parole mi dice dai bionda, cantiamo, alla signora che parla alle galline più che alle persone, all'incontro con la ex-bambinaia di Orson Welles e Rita Hayworth… non c'è “la” ricetta per invecchiare». Immagini scattate con sensibilità, intimità ottenute in pochi minuti e a volte anche a occhi chiusi. Una riflessione osservando le fotografie? «Invecchiare, a volte, fa cancellare le caratteristiche femminili o maschili del volto. Rimane l'essere. È solo la capigliatura a fare la differenza».

Anime centenni, ed. Scheidegger&Spiess, fotografie di Katja Snozzi, con prefazione di Ruth Dreifuss e testi di Alberto Nessi, Alex Capus, Amélie Plume e Iso Camartin.

I ritratti