X

Argomenti popolari

famiglia

Startup, piccole imprese crescono

Per 11 settimane, a Zurigo, nell'ambito di «Kickstart Accelerator», selezionati imprenditori da tutto il mondo hanno «accelerato» il business della propria azienda. — DEBORAH LACOURRÈGE

05 settembre 2016

Il team FoPo sta valutando la nuova confezione per la loro polvere di frutta liofilizzata.


Giovani uomini discutono animatamente. Sdraiati sull'amaca e lo sguardo concentrato sul portatile, negoziano condizioni via Skype: all'ex stabilimento ewz-Unterwerk Selnau di Zurigo l'atmosfera è tra il concitato e il creativo. Da metà agosto a inizio novembre, la centrale elettrica oggi dismessa è teatro del primo «Kickstart Accelerator», il programma di accelerazione delle imprese sostenuto anche da Coop, che si prefigge di incentivare le startup, piccole aziende con un'idea di business innovativa. Le imprese che si sono candidate da tutto il mondo sono state 850. Solo 30 hanno passato la selezione. Tra queste anche FoPo Food Powder. «Partecipare al Kickstart Accelerator è stata per noi un'opportunità unica», spiega Gerald Marin (25), il fondatore. «Da un lato ci ha permesso di intessere contatti, dall'altro di fare tesoro durante i programmi di mentoring dei suggerimenti delle menti più autorevoli dell'industria alimentare».

L'idea alla base di FoPo è semplice quanto geniale: produrre polvere di frutta liofilizzata da frutta che andrebbe altrimenti al macero. «In questo modo, la conservabilità del prodotto aumenta da due settimane a due anni». La startup ha sede a Brema, con un organico proveniente da Filippine, Kazakistan, Sri Lanka. Al momento, la polvere di frutta liofilizzata si può ordinare solo via internet. FoPo ha però grandi progetti in mente: «A breve vogliamo che il nostro prodotto abbia un canale di vendita anche nei grandi supermercati di tutto il mondo», prosegue Marin.  

Il Kickstart Accelerator si concluderà questo venerdì. Le imprese più convincenti si porteranno a casa un premio in denaro fino a 25.000 franchi. Per FoPo, anche solo partecipare è un'esperienza che già li ripaga di tutto: «Abbiamo ricevuto tantissimi input di qualità. Finora abbiamo puntato solo sulla polvere ma ora vogliamo sviluppare anche altri
prodotti. Le barrette alla frutta, per esempio».


L'intervista


«Kickstart Accelerator» è un programma creato da DigitalSwitzerland per promuovere le startup da tutto il mondo. Il programma – quest'anno alla sua prima edizione – è durato undici settimane, da metà agosto a inizio novembre. Diverse startup dei settori «Food» (cibo), «Smart & Connected Machines» (macchine intelligenti), «FinTech» (tecnologia finanziaria) e «Future & Emerging Technologies» (tecnologie del futuro) sono state invitate a Zurigo. Nell'arco delle undici settimane, i giovani startupper avevano la possibilità di partecipare a corsi di business e, nell'ambito di un programma di coaching, di imparare dagli esperti del loro settore.