X

Argomenti popolari

SPECIALE FAMIGLIA

Pannolini a gogo per i bebè

Il cambio del pannolino è essenziale per la cura del neonato. Il fasciatoio con il materassino, l’ambiente riscaldato e i rimedi per il “culetto arrossato”.

FOTO
GETTY IMAGES / MAD
09 ottobre 2018

Il bimbo deve sentirsi a proprio agio nel pannolino.

Cambiare pannolini 24 ore su 24: a molti neogenitori sembra di non fare altro. Ne servono infatti circa 6.000 prima che il bambino impari a farne a meno. Il cambio del pannolino è parte importante della cura dei neonati e un’ottima occasione per rinsaldare il legame tra genitori e bebè. Per rendere gradevole il cambio del pannolino, va preparato un posticino accogliente e riscaldato. L’ideale è un fasciatoio con il materassino, dove il piccino può rimanere comodamente sdraiato. Tutto il necessario (il mangiapannolini, le creme o i vestitini di ricambio) deve essere a portata di mano. Anche se il neonato non è ancora in grado di girarsi da solo, non bisognerebbe mai lasciarlo incustodito sul fasciatoio. Per i nati nella stagione invernale vale la pena procurarsi una stufetta a infrarossi.

L’aria è un toccasana

I neogenitori imparano in fretta quando cambiare il pannolino, ossia ogni quattro ore circa. Non fa differenza prima, dopo o nell’intervallo tra i pasti. Spesso i neonati fanno la popò mentre mangiano o subito dopo, per cui è consigliabile cambiarli in quel momento. Di notte il pannolino va cambiato solo in casi eccezionali, ad esempio quando è umido o se la pelle è già irritata. A proposito di pelle: la miglior prevenzione del “culetto arrossato” è cambiare spesso il pannolino. Soprattutto ai bebè con la pelle sensibile, che tendono a sviluppare eritemi da pannolino. In linea di massima, si può però dire che il pannolino va cambiato subito dopo che il piccolo si è scaricato, specialmente se ha la pelle sensibile. Se l’epidermide è già un po’ arrossata, lasciare il sederino all’aria può fare miracoli. Un sottile strato di crema allo zinco protegge dall’umidità e aiuta la guarigione della pelle. In generale, meno creme e lozioni vengono a contatto con il delicato corpicino, meglio è. Anche l’amato talco ha fatto la sua storia. Per pulire le parti intime bastano un po’ d’acqua tiepida e una soffice lavette. Le salviettine umide sono perfette per uscire, ma a casa dovrebbero essere usate con parsimonia, a causa del potenziale irritante di alcune loro componenti, come il profumo. La pelle dei bebè è molto delicata e può reagire agli additivi chimici con irritazioni o arrossamenti. 


Per il vostro bebè

L’assortimento Naturaline

Per i genitori attenti alla sostenibilità, Coop offre un ampio assortimento Baby Naturaline. Così è possibile acquistare non solo pannolini Naturaline nelle tre più importanti misure, ma anche salviettine umidificate di cotone bio con lozione certificata Cosmos. Prodotti con questo marchio vengono fabbricati secondo i più elevati standard per i cosmetici bio e naturali. Anche gli articoli per i bebè, come ad esempio la lozione per il bagno e per il corpo, hanno il sigillo Cosmos. L’assortimento Baby Naturaline si completa con i dischetti di ovatta e i bastoncini cotonati.