X

Argomenti popolari

SPAZIO FAMIGLIA
EVENTI

Una giornata in discesa

FOTO
TIPRESS
07 gennaio 2019

Tanti modi per scendere a valle, ma un unico scopo: divertirsi con la famiglia o con gli amici.

In origine, la slitta nasce per trasportare persone e materiale quando il paesaggio si ricopre di neve. Ma soprattutto nasce per essere trainata, non per lanciarsi giù da un pendio. È solo a partire dal 1883 a Davos – da cui il nome del modello più famoso – che la slitta comincia a essere sinonimo anche di divertimento.
In Ticino la pista più lunga si trova al Nara, divisa in due tronconi da 5 km. Se l’innevamento è buono, si può scendere dai 1940 metri del Pian Nara fino ai 925 metri di Leontica senza doversi mai fermare. A Cancorì, a metà strada, all’arrivo della prima seggiovia, è inoltre possibile noleggiare gli skitti, «slitte particolari, uniche», dice Pierluigi Paganetti, l’ex maestro di sci che le crea a partire da vecchi sci, inclinati sugli spigoli interni a 15°. Grazie a due leve, con una mano si gui- da e con l’altra si frena. «Più che slittare si scia seduti», assicura il loro ideatore.
Sono invece 4 i chilometri di pista riservati alle slitte a Bosco Gurin, dove la particolarità sono i monopattini da neve, gli snowscoot. Anche in questo caso è possibile noleggiarli in loco.

Informazioni più dettagliate sulla possibilità di slittare e di noleggiare slitte le trovate ai seguenti link: 

www.nara.ch

www.bosco-gurin.ch