X

Argomenti popolari

Fatti, non parole

Così il Natale arriva due volte

Da oltre 20 anni, “2 x Natale” aiuta le persone in difficoltà. Sara Fauster, mamma 36enne, non ha mai dovuto acquistare pasta o riso di tasca propria.

15 gennaio 2018

Il servizio

Da una stanza dell'appartamento di Sara Fauster si sente chiamare: «Mam ma!». Pochi secondi dopo, sulla scala fanno capolino due bimbi dallo sguardo incuriosito. In casa Fauster a Frauenfeld (TG) non si corre il rischio di annoiarsi: sotto lo stesso tetto vivono una mamma, i suoi cinque bambini, due cani, una gatta e due porcellini d'India. «Adesso mamma ha da fare; andate a giocare mezz'oretta in un'altra stanza per favore!», dice amorevolmente al figlioletto di otto anni. Avere una famiglia numerosa è sempre stato il suo sogno. Con suo marito – ai tempi studente di medicina – il suo desiderio è diventato realtà. Dai figli alla casa tutto sembrava filare tutto liscio. D'un tratto però l'idillio si spezza: il marito non passa gli esami finali di medicina e inizia a lasciarsi andare. I soldi scarseggiano. A quel punto, oltre ad accudire i figli, Sara Fauster si rimbocca le maniche e accetta anche qualche lavoro occasionale per permettere alla sua giovane famiglia di sbarcare il lunario. «La situazione era diventata insostenibile per me. A risentirne era anche il nostro matrimonio, che iniziava a vacillare», ricorda Fauster. Fu così che la donna pose fine alla relazione e si trasferì con i figli. Il più piccolo aveva all'epoca appena quattro mesi.



Le cose si risistemano
Oggi il peggio è passato. E da alcuni mesi Sara Fauster è tornata a essere indipendente. Per integrare gli alimenti che percepisce, fa la baby-sitter, lavora a metà tempo come responsabile di un asilo infantile e imparti
sce lezioni di pianoforte. «Mamma!», grida di nuovo qualcuno dal piano superiore. «Sì, sì lo so cucciolo mio, il mio primo lavoro sei tu!», ribatte la mamma sorridendo. Per Sara Fauster la colletta alimentare di “2 x Natale” è stata un aiuto enorme: «Grazie alla generosa donazione della Croce Rossa turgoviese non ho mai dovuto comprare pasta o riso!». Anche se la procedura prevede che siano i singoli beneficiari a ritirare personalmente i generi alimentari donati da “2 x Natale” in uno dei punti di distribuzione, il primo anno una collaboratrice della CRS le ha portato il contenuto del pacco direttamente a casa. Un'eccezione alla regola dettata dal fatto che, allevando i figli da sola, Sara difficilmente riesce ad allontanarsi da casa. «Ci hanno donato 12 kg di riso!», esclama la donna.

Un gesto di cuore
Di recente Sara Fauster ha donato il suo carrello della spesa a “Il Tavolino Magico”. Per tanto tempo gli aiuti alimentari sono stati di importanza vitale per la sua famiglia. Ora quel periodo è finito: «Mi sono levata un peso enorme dal cuore!», ci racconta. La donna non ha peli sulla lingua quando parla di quel difficile momento. «Non ho mai provato vergogna per la mia situazione. E per amore verso i miei figli mi sono sempre risollevata». La sua gratitudine va specialmente ai genitori che le sono sempre stati accanto. Sara Fauster è certa che «se ognuno di noi pensasse di più al suo prossimo, ci sarebbe molta meno sofferenza in giro». Con passo felpato il penultimo genito si intrufola di nuovo in soggiorno. «Mamma, posso andare da Milan in bici?». «Ma certo, cucciolo!».

www.fattinonparole.ch

Il fatto n. 238

TORNA ALLA RUBRICA SOSTENIBILITÀ