X

Argomenti popolari

FATTI NON PAROLE
SOSTENIBILITÀ

Il riso basmati bio è pagato meglio

TESTO
FOTO
PRAKASH SINGH, shutterstock, Mad
14 aprile 2019

Più informazioni su: www.fatti-non-parole.ch

Fino ad oggi i coltivatori hanno creduto che la produzione biologica si traducesse soprattutto in minori raccolti e, di conseguenza, in minori entrate. Uno studio comparativo condotto da Helvetas negli ultimi cinque anni nello stato indiano dell’Uttarakhand ha dimostrato che è vero il contrario. I volumi di raccolta per l’agricoltura biologica sono pressoché gli stessi rispetto alla produzione convenzionale. Agli agricoltori bio non è consentito l’utilizzo né di pesticidi né di fertilizzanti chimici. Ciò si traduce in una riduzione negli  investimenti pari al 45% e, di conseguenza, a un aumento dei guadagni, in quanto il riso basmati bio ed equo può essere venduto a prezzi più elevati. La produzione biologica si rivela perciò due volte più redditizia. 

Tuttavia, come osserva Frank Eyhorn (45)  di Helvetas, le dimensioni ridotte delle superfici di produzione limitano gli effetti sul reddito complessivo generale delle singole aziende agricole. L’obiettivo è ora di ampliare queste aree e migliorare la commercializzazione dei prodotti attraverso una rotazione di colture ortofrutticole. Anche in questo caso Coop fa la sua parte con la vendita, oltre che di riso biologico, anche di legumi bio. TCO


Nel commercio al dettaglio voti ottimi dal WWF per Coop

Coop si riconferma tra i leader nel rating WWF del commercio all’ingrosso e al dettaglio di generi alimentari. Rispetto all’ultima valutazione del 2015, si registra in tutti i settori un ulteriore miglioramento. L’impegno di Coop spicca in modo particolare nell’ambito della ricerca e dello sviluppo così come nell’approvvigionamento di materie prime. Le prestazioni in fatto di sostenibilità sono state giudicate “esemplari e lungimiranti”, mentre in altri settori, addirittura “visionarie”. Nel 2008 Coop si è data l’obiettivo di diventare CO₂ neutrale entro il 2023. Al fine di ridurre le emissioni di CO₂, l’azienda riduce continuamente il consumo energetico e si affida a fonti di energia rinnovabile. Tra il 20018 e il 2016, nonostante la forte crescita, Coop è riuscita a ridurre le emissioni di CO₂ del 28%. Inoltre, nel 2006, Coop e WWF Svizzera hanno stretto un patto strategico che pone la sua centralità nella tutela del patrimonio forestale, marittimo, ittico e del clima. L’obiettivo di questa collaborazione è di aumentare la consapevolezza, in ognuno di noi, dell’importanza di un consumo sostenibile. SJM


Il fascino dei narcisi da febbraio a maggio

Quando le nuvole e il grigiore dominano ancora i cieli e le giornate, ecco brillare i caldi colori dei primi narcisi in giardino. Questi fiori fanno parte dell’iconografia pasquale e sono sinonimo di vivacità e freschezza. Resistono bene al brutto tempo e prendersi cura di loro è molto facile. A seconda del tipo di narciso, il periodo di fioritura può durare da fine febbraio a maggio. Le 24.000 varietà esistenti non si differenziano soltanto per il tempo di fioritura e il loro aspetto, ma anche per i loro colori, che vanno da tonalità crema a giallo brillante.


Uniti contro lo spreco di cibo

Kitro, start-up con sede nel canton Vaud, si mobilita contro lo spreco alimentare in ristoranti e alberghi.

È dal 2017 che questa azienda sta sviluppando una bilancia speciale con la quale gli chef di cucina sono in grado di misurare lo spreco alimentare e, di conseguenza, ridurre, minimizzandolo, lo sperpero di cibo. L’estate scorsa Kitro ha testato le sue bilance in diversi ristoranti Coop di Basilea. I risutati sono incoraggianti: dopo sei mesi, lo spreco riscontrato è diminuito del 40%.


La pentola con il coperchio

Risparmiare energia si può. Se si mette un coperchio sulla pentola durante la cottura, si consuma il 40% di energia in meno rispetto a quella senza coperchio. Bisognerebbe anche evitare di mettere la pentola su una piastra troppo grande, in modo tale da non disperdere calore e sprecare corrente. 

L’efficienza energetica è migliore se si utilizzano pentole isolanti e a pressione. Un altro consiglio per risparmiare: privilegiare la cottura degli alimenti in piccoli pezzi a partire da carne, verdure e pasta.