X

Argomenti popolari

FATTI NON PAROLE
SOSTENIBILITà

La ricerca che ha portato i suoi frutti

TESTO
FOTO
Peter Mosimann, Roberto Ceccarelli, Heiner H. Schmitt, mad
11 novembre 2019

Polli a duplice attitudine, agrumi o grano saraceno: Coop sostiene la ricerca sulla produzione alimentare sostenibile.

Varietà di grano saraceno adatte alla coltivazione in Svizzera, imballaggi “intelligenti” per il trasporto di agrumi, polli a duplice attitudine. Si tratta di tre temi affrontati negli ultimi anni dai ricercatori del Politecnico di Zurigo (ETH) grazie al sostegno di Coop. È dal 2013 che Coop sostiene progetti di ricerca dell’ETH per lo sviluppo sostenibile volti a fornire un contributo alla sicurezza alimentare globale sostenibile. E sono cinque i milioni di franchi complessivamente investiti e 19 i progetti finanziati. Finanziamenti che si concluderanno alla fine del 2019.

Nella selezione dei piani di lavoro si è tenuto in considerazione soprattutto la fattibilità sia per quanto riguarda la loro rilevanza sociale e Coop sia per ciò che concerne il livello scientifico. «Coop è stata in grado di fornirci impulsi pratici e noi abbiamo dato la nostra competenza scientifica», afferma Anna Katarina Gilgen, 40 anni, Project manager dell’ETH in seno al World Food System Center (WFSC). «La qualità dei progetti ha rappresentato sempre un criterio importante», sottolinea Jan Heusser, 31 anni, responsabile del Fondo Coop per lo sviluppo sostenibile.

Gilgen ritiene importante il legame tra la pratica e la teoria: «Il tema della nutrizione è complesso e noi seguiamo un approccio sistemico. Preferiamo non affrontare le tematiche singolarmente». E diventano quindi ancora più preziosi il dialogo e lo scambio di informazioni tra i partner, che hanno facilitato la comprensione reciproca e un buon meccanismo nella selezione dei piani di lavoro.

Sono ancora cinque i progetti in corso. Uno di questi si occupa dell’effetto delle tecniche sulle risorse idriche nella produzione di agrumi. Gli ultimi verranno portati a termine entro la metà del 2021. Tuttavia il lavoro dei ricercatori del Politecnico non si esaurisce: infatti, dai progetti portati a termine ne sono nati diversi altri.


Fatto n. 92

Puntiamo a risultati scientifici commestibili

Il World Food System Center (WFSC) effettua ricerche per giungere a una produzione sostenibile degli alimenti. Coop appoggia il lavoro dei ricercatori dell’ETH che operano all’interno del WFSC.

Maggiori informazioni su questo fatto e molto altro ancora sotto questo link.

 

www.fatti-non-parole.ch/92

 


Alberi ed energia verde per la tutela del clima

Nel 2018 Chocolats Halba/Sunray ha piantato 133 alberi al dì per il clima.

Una quota dell’84% di energia rinnovabile e 133 alberi piantati ogni giorno per la protezione climatica. Questi sono due dei dati riportati nel Rapporto di sostenibilità 2018 di Chocolats Halba/Sunray. Dal 2017, anno di fusione delle due aziende di Coop, produce cioccolatini, snack e prodotti da forno di alta qualità.

Negli anni di esercizio 2017/2018, l’azienda ha incrementato di un quarto le vendite di prodotti con certificati di sostenibilità. Il 98% dei semi di cacao e il 100% del burro di cacao disponevano di una certificazione (Bio, Fairtrade, Utz).

In futuro, l’attenzione si concentrerà soprattutto sulla protezione del clima. Dal 2011 a oggi, l’azienda ha piantato quasi 400mila alberi per compensare i cambiamenti climatici. Un numero destinato ad aumentare ulteriormente: «In futuro vogliamo utilizzare ben oltre il 90% di energie rinnovabili nel nostro stabilimento», afferma Anton von Weissenfluh, 63 anni, direttore di Chocolats Halba/Sunray.

Il rapporto completo su:

www.chocolats-halba.ch


 

Vinci un set per raclette

La raclette è il cibo perfetto quando fuori fa freddo e la nebbia la fa da padrona. E allora perché non tentare la fortuna e vincere uno dei 20 set per raclette, con tanto di fornello e prodotti alimentari bio come formaggio, patate, sottaceti, verdure, pancetta arrostita e vino bianco per otto persone? Per partecipare bisogna rispondere correttamente alle tre domande che si trovano sulle confezioni di patate di Coop Naturaplan.


Tour indiano per i nostri scout

In India gli scout di "Fatti, non parole" hanno visitato dei campi di cotone bio.

Gli scout di “Fatti, non parole” sono attualmente impegnati in una missione in India, dove stanno sperimentando come il cotone biologico viene coltivato e trasformato in tessuti che vengono venduti da Coop nella gamma Naturaline.

Dopo le visite alla Biocontrol di Andermatt, all’Istituto di ricerca per l’agricoltura biologica (FiBL) di Frick (AG), alle capre dell’Alpe di Falla (GR) e in Ghana, dove viene prodotta frutta secca in modo equo, questo viaggio in India rappresenta per i nostri scout l’ultima tappa della loro istruttiva esperienza.