X

Argomenti popolari

Incontri

Gran voglia di vincere

L'attaccante ticinese Antonio Marchesano ha un conto aperto con la sfortuna. Ora vuole riportare lo Zurigo in serie A. — di PATRICK MANCINI

25 luglio 2016

«Ho imparato che non bisogna dare nulla per scontato». Lo può dire forte Antonio Marchesano, classe 1991, attaccante dello Zurigo. Il 25enne ticinese, nonostante le indiscusse qualità tecniche, negli ultimi anni è stato perseguitato dalla sfortuna. «E ora ho tanta voglia di rivincite. Voglio contribuire a riportare lo Zurigo in Super League».

Dapprima il fallimento del Bellinzona, società in cui è cresciuto. Poi il passaggio al Sion che sfuma. Due anni a Winterthur con una serie di infortuni. La rinascita sportiva al Bienne, che però annega nei guai finanziari. Nel frattempo la firma con lo Zurigo. E il sogno della serie A che sembra avverarsi. «Invece lo Zurigo a maggio è retrocesso in B. Clamorosamente. All'inizio ci sono rimasto malissimo. Adesso però la vedo come una grande sfida. Ci credo. E poi giocheremo anche in Europa League, sarà affascinante».

Antonio, ragazzo semplice e tranquillo, amante della playstation e della musica commerciale, vive in un villaggio zurighese lontano dal centro. Ad agosto lo raggiungerà la sua ragazza. «Il club è dotato di un'alta professionalità. Anche se è in serie B, resta tra i più importanti in Svizzera». Infine si parla dell'allenatore, Uli Forte. «Continua a ripeterci che se non avremo la giusta umiltà, non otterremo risultati. Il calcio va velocissimo, ti porta dalla stelle alle stalle in poco tempo. È un mondo in cui ti devi guadagnare tutto».

L'angolo di Armando

TORNA ALLA SEZIONE «SPORT» DI COOPERAZIONE