X

Argomenti popolari

Incontri

«Noi, teenagers stregate dagli USA»

Hip hop: Letizia Ambrosetti e la sua Splash Crew si sono distinte ai Mondiali di Las Vegas. Ora tenteranno di staccare un nuovo biglietto per gli «States». — di PATRICK MANCINI

27 dicembre 2016

Esibirsi ai campionati mondiali di hip hop nella grande Las Vegas. È capitato, durante la scorsa estate, a sette ragazze della Svizzera italiana. Quelle della Splash Crew di Roveredo Grigioni. «E non siamo andate negli Stati Uniti semplicemente a fare le comparse – ammette Letizia Ambrosetti (nella foto sotto), 16enne liceale di Pianezzo, una delle protagoniste della spedizione –. Su un lotto composto da centinaia di gruppi, il nostro si è piazzato a metà classifica». 

Un risultato storico per la crew guidata da Mara Capelli e composta completamente da adolescenti. «Ma non ci accontentiamo – dice  Letizia –.  A metà febbraio ci saranno i campionati svizzeri a Lugano. Chi arriva tra i primi, si qualifica per la prossima rassegna iridata. Stavolta a Phoneix. Siamo già concentratissime». Una disciplina basata sulla coordinazione, e sul feeling che si instaura all'interno del gruppo. «L'hip hop permette al corpo di esprimersi. Pratico questo sport da nove anni. Per me è energia pura». 
Letizia e le sue giovani compagne militano nella categoria «varsity» e hanno una preferenza per la variante house dell'hip hop. «La nostra fortuna è che siamo molto unite. Anche l'avventura a Las Vegas l'abbiamo vissuta come se fossimo una “cosa sola”. Sono stati giorni fuori di testa. Siamo state catapultate dalla nostra piccola realtà in una città assurda, piena di gente a ogni ora del giorno e della notte. L'America ci ha stregate. E vogliamo tornarci».

FOTO: MAD, Hsaskia Cereghetti Landrini

TORNA ALLA SEZIONE «SPORT» DI COOPERAZIONE