X

Argomenti popolari

Incontri

Due sorelle, orgoglio mesolcinese

Simona e Alice Fasani, patrizie di Mesocco, raccolgono nello sci di fondo risultati di rilievo in giro per la Svizzera.

05 marzo 2018

TESTO: PATRICK MANCINI – FOTO: HSASKIA LANDRINI-CEREGHETTI

Due sorelle, l'orgoglio di un villaggio mesolcinese. È il destino di Simona e Alice Fasani, di rispettivamente 17 e 15 anni. Patrizie di Mesocco e piccole stelle dello sci di fondo. Con la federazione grigionese stanno ottenendo risultati di rilievo. In particolare quando gareggiano a livello locale. «Le gare internazionali – ammette Simona – sono ancora un pochino toste per noi. Le avversarie sono più grandi e più esperte».

Acqua e sapone
Ragazze acqua e sapone, Simona e Alice sono cresciute tra le piste di San Bernardino e di Splügen. «Lo Sci Club Tambo rappresenta la nostra seconda famiglia», afferma Alice. Parola importante, famiglia, in casa Fasani. «Siamo molto uniti – riprende Simona –. E sono stati proprio papà Roberto e mamma Federica a farci innamorare dello sci di fondo». Simona fa l'apprendista di commercio. Alice frequenta ancora le scuole medie. «Tra noi – ironizza la sorella maggiore – c'è una sana rivalità, che ci stimola a migliorare. Ci confrontiamo, ci diamo consigli, ci supportiamo a vicenda nei momenti
di scoraggiamento. A volte ci punzecchiamo, fa parte del gioco». «Siamo spesso in giro – evidenzia la sorellina –. Questo ci permette di conoscere giovani di altre regioni, di parlare altre lingue, di aprire la nostra mente. Stiamo crescendo come persone, non solo come atlete».

La forza della natura
Il sogno, per entrambe, forti sia nel classico sia nel libero, si chiama nazionale. Ma papà Roberto invita le ragazze a tenere un profilo basso. «Dobbiamo vivere lo sport con leggerezza – sottolinea Simona –. Stare in mezzo alla natura è fantastico. Ti trasmette un'energia incredibile. Se poi arrivano i risultati, tanto meglio».

TORNA ALLA SEZIONE «SPORT» DI COOPERAZIONE