X

Argomenti popolari

SPORT
TALENTI

Sulle orme dei grandi

Il viscerale amore di Alessandro Villa per i colori bianconeri. I brividi in rossocrociato. E quella gran voglia di sfondare.

TESTO
FOTO
SANDRO MAHLER
27 novembre 2018

Alessandro Villa, 17enne di Cadro, ha l'Hockey Club Lugano nel cuore.

Tutto parte con un volantino trovato nella buca delle lettere. In quel momento Alessandro Villa ha solo tre anni. Su quel foglio colorato c’è l’appello dell’Hockey Club Lugano, che cerca nuove leve. Oggi Alessandro di anni ne ha 17. Ed è una delle colonne della squadra juniori bianconera. Difensore coriaceo, spera, in un futuro non troppo lontano, di approdare nel disco su ghiaccio dei grandi. «Sono umile, ma ambizioso. Do il 200% in ogni allenamento; i prossimi mesi per me saranno cruciali».
Il 2018, di per sé, è già stato un anno particolare per il giovane di Cadro. Soprattutto considerando le sue prestazioni con la nazionale under 18. Dapprima il mondiale in Russia ad aprile. Poi la Hlinka Gretzky Cup, in Canada, ad agosto. «Due esperienze che mi hanno forgiato il carattere. Certo, ho dovuto digerire tante sconfitte. Ma contro avversari come Svezia, Cechia o Stati Uniti puoi solo crescere. Il mio prossimo grosso traguardo con i colori rossocrociati è fissato per la prossima primavera, in Svezia, per il mio secondo mondiale».
Iscritto alla Scuola per sportivi d’élite di Tenero, Alessandro non nasconde di avere un piano B. «Non dovessi riuscire a sfondare nello sport, voglio comunque avere un diploma in tasca. Intanto, ce la metto tutta sul ghiaccio per imparare più trucchi possibili dai giocatori più navigati. Quest’anno nella prima squadra del Lugano gioca Romain Loeffel, un atleta che stimo tantissimo. Mi piace perché spinge parecchio ed è bravo nei passaggi “di prima”. È il mio modello».
Chiusura sul derby. Anche a livello giovanile la sfida tra i bianconeri e i cugini dell’Ambrì-Piotta è un must. «Esattamente come tra gli adulti. Iniziamo a sentire la tensione diversi giorni prima della gara. Cosa farei se un giorno mi proponessero un contratto in biancoblù? Vi prego, non fatemi domande complicate…».