X

Argomenti popolari

SPORT
TALENTI

Tra calcoli e attrezzi

Il prossimo 9 giugno a Chiasso si terranno i Campionati ticinesi di sezione di ginnastica. In gara ci sarà anche Giorgia Corti.

FOTO
ALAIN INTRAINA
03 giugno 2019

Giorgia Corti, 21enne ginnasta appassionata di matematica.

Studia matematica, e già solo per questo è una persona che incuriosisce. Se poi si pensa che Giorgia Corti nella ginnastica attrezzistica in Ticino ha vinto praticamente tutto, ecco che l’incontro con la 21enne di Morbio Superiore diventa ancora più accattivante. Ci sarà anche lei tra i protagonisti dei prossimi campionati ticinesi di sezione (sostenuti da Coop) in programma il prossimo 9 giugno a Chiasso. «E per l’occasione, farò parte di una coreografia di ben 4 minuti. Con me si esibiranno in contemporanea una trentina di miei compagni».

Ci tiene a fare bella figura, Giorgia. E non solo perché, essendo tesserata per la Società federale di ginnastica di Chiasso, “gioca” praticamente in casa. La 21enne vive questa disciplina in più declinazioni: individuale, a coppie (campionessa svizzera “Lui e lei” nel 2018, in tandem col bellinzonese Miro Domeniconi), a squadre, e a sezione. «Sono entrata in questo mondo all’età di quattro anni. Mi dà soddisfazioni enormi».

Giorgia è iscritta all’Università dell’Insubria di Como. Il suo sogno è di diventare insegnante di matematica al liceo. Anche perché la ginnastica, almeno a livello agonistico, non dura per sempre. «Penso di avere già superato l’apice delle mie potenzialità. Solitamente arriva ben prima dei 21 anni. La carriera competitiva di una ginnasta è breve. Ma io gareggio anche per divertirmi».

Con i suoi compagni, Giorgia sta preparando da oltre un anno la coreografia che sarà messa in scena il 9 giugno. «Esibirsi con la propria sezione è quasi come fare un altro sport, rispetto alla ginnastica individuale. Dovremo essere sincronizzati al massimo». Emerge la propensione della 21enne per la precisione. «Io lavoro sempre e solo di logica. Nello sport come nella vita. Forse è anche per questo che mi sono lanciata nel pianeta dei numeri».