X

Argomenti popolari

attualità

Atmosfera natalizia nelle città elvetiche

Il Natale è anche la festa della luce. Le luminarie portano allegria e calore nelle lunghe e buie giornate invernali. Un piccolo Tour de Suisse per piazze e viali addobbati.

17 novembre 2015

Il cuore pusante di Basilea, la Marktplatz, con il suo imponente albero di Natale. Luci e colori sulla Mittlere Brücke di Basilea.


Il reportage

Resta aggiornato sui nostri contenuti. Iscriviti alla Newsletter.

Alle tradizionali illuminazioni natalizie della capitale ticinese, verranno affiancate numerose novità per l'edizione 2015.

Installazioni luminose d'autore e futuristiche


Ginevra spicca tra le città romande per la vocazione futuristica e poco convenzionale delle sue luminarie natalizie. Con dieci opere artistiche di luci installate in dieci piazze, al Geneva Lux Festival, giunto alla sua seconda edizione, sono poesia, immaginazione e fantascienza a farla da padrone.  Architetti, artisti, designer e scultori di luci partecipano a questo ballo audace, apportando quattro opere nuove rispetto all'anno scorso. La città, in questo periodo dell'anno, si veste con mezzo milione di lampadine Led e 14 chilometri di ghirlande che agghindano alberi e lampioni.  «È anche l'occasione di luccicare oltre le nostre frontiere», afferma entusiasta Guillaume Barazzone, consigliere amministrativo della città sul Lemano. A Ginevra, i costi dell'illuminazione natalizia sono a carico del comune, che in un'ottica di sviluppo sostenibile fa capo a energia verde per le installazioni luminose. I servizi industriali della città infatti, forniscono energia proveniente da centrali idrauliche e da fonti rinnovabili, come impianti fotovoltaici o biomassa, e si calcola che  le luminarie rappresentino lo 0,4 per cento del consumo dell'illuminazione pubblica cittadina. Risparmio energetico anche per l'addobbo dell'albero di Natale: da quando nel 2010 Ginevra è passata al Led, il consumo energetico per questo tipo di decorazione si è decimato. Lo spettacolo di luci si terrà dal 5 dicembre al 10 gennaio 2016.

Sinergie tra settore privato e pubblico.


Basilea è un esempio di collaborazione tra iniziativa pubblica e privata»

Sabine Horvath, responsabile Pubbliche relazioni e Marketing territoriale della città di Basilea.

La città di Basilea sotto Natale è un «fulgido esempio di collaborazione tra iniziativa privata e pubblica», spiega Sabine Horvath. Mentre il Cantone organizza il mercatino di Natale (quest'anno aperto dal 26 novembre al 23 dicembre), sono soprattutto i commercianti al dettaglio a occuparsi dell'illuminazione delle strade. Le attività sono coordinate all'Unione del Natale di Basilea. La presenza di numerosi interventi di carattere privato rende difficile quantificare le spese complessive per le luminarie, spiega Horvath. «Ogni anno il cantone paga dal fondo Swisslos 200mila franchi all'Unione del Natale di Basilea, che a sua volta fornisce illuminazione e addobbi per gli alberi di tutta la città. Possiamo immaginare che l'esborso finanziario per curare l'immagine complessiva della città di Basilea durante il Natale superi di parecchio questo importo». La sola IWB, l'azienda basilese produttrice e erogatrice di energia elettrica che allestisce e smonta le diverse installazioni, investe ogni anno 70mila franchi in forza lavoro e costi di corrente. Basilea è famosa in particolare per le luminarie, che da più di 50 anni addobbano la Freie Strasse, alle quali si aggiungono ogni anno nuove decorazioni luminose.

Quanta elettricità si consuma in Svizzera per le luci natalizie?
Giuseppina Togni: Il consumo dielettricità per le illuminazioni natalizie rappresenta lo 0,08% del consumo annuo per i privati e per i commerci(il che corrisponde a una spesa di6,55 milioni di franchi per ognuna delle due categorie). Per le luminarie municipali la percentuale è dello 0,02%, per una spesa di 1,45 milioni di franchi.  
 
Sono cifre tutto sommato esigue...
Sì, ma in molti usano ancora luci convenzionali molto dispendiose d'energia.

Ma le luci Led non sono fredde?
Non necessariamente. Si può scegliere la temperatura dei Led. Una luce calda si ha tra i 2700 e i 3000 Kelvin (questo dato dovrebbe essere indicato sulla confezione, altrimenti si può chiedere consiglio al personale di vendita). La luce fredda si ha a 4000 Kelvin.   

Quanto si può risparmiare oggi sostituendo le lampadine Led con quelle convenzionali?
Il risparmio si attesta al 90%. In pratica una ghirlanda a led di 5 Watt dà la stessa quantità di luce di una vecchia ghirlanda da 50 Watt.

Ci sono ulteriori accorgimenti per ridurre il consumo energetico?
Si può fare capo a un temporizzatore che spenga le lucine di giorno e di notte inoltrata. Consigliamo anche di non esagerare: non siamo a Las Vegas e le illuminazioni di casa nostra potrebbero infastidire i vicini. Da ultimo va ricordato che le luci non andrebbero accese prima della prima domenica dell'Avvento e che vanno smantellate o spente al più tardi il 6 di gennaio, giorno dell'Epifania.