X

Argomenti popolari

SONDAGGIO
RICORDI D'AUTUNNO

Le mie castagne

Se si menzionano questi frutti tipicamente autunnali vengono in mente i maronatt, i profumi dei boschi e i vermicelles, uno dei dolci più apprezzati. Il quesito della settimana è perciò il seguente: cosa vi viene in mente quando pensate alle castagne?

18 settembre 2018

Un frutto prezioso

Proverbi, canzoni, rituali e gesti di un mondo antico. In Ticino e in Bregaglia la castagna è da sempre parte della tradizione culinaria e di una civiltà contadina andata perduta con l’arrivo del benessere diffuso. Ma sono ancora in molti a ricordare le canzoni imparate da fanciulli, i proverbi e i racconti su questi frutti, tramandati di generazione in generazione, che raccontano di una cucina povera, della dura vita di un tempo, ma anche dei profumi dei boschi e delle serate d’autunno davanti al camino. La castagna è senza dubbio un frutto prezioso dal punto di vista nutrizionale: contiene potassio, calcio, fosforo, magnesio, vitamine C, B1, B2 e niacina e il suo sapore piace praticamente a tutti.

Il maronatt, l’infanzia e i vermicelles

Per il 23% di coloro che hanno risposto al nostro sondaggio, la castagna rievoca il “maronatt” e i mesi freddi, mentre per il 14% l’infanzia, i nonni e il Ticino che fu. Legati alla castagna sono la natura, e i boschi di castagno ticinesi per il 13% e i vermicelles per il 12%, uno dei dolci di stagione più amati.

I dati sono stati ottenuti con un sondaggio telefonico su 500 residenti in ticino interpellati casualmente FOTO Alain Intraina


Cosa dicono i nostri lettori

Mattia Tettamanti, 37 anni, cuoco, Canobbio«Mi ricordano i miei nonni, quando facevano le caldarroste in casa».

 

Joel Fioroni, 27 anni, gerente cinema Lux, Canobbio«I vermicelles: un dessert squisito che mi fa trovare sempre mia nonna».