X

Argomenti popolari

SONDAGGIO
UNA MELA AL GIORNO

La merenda a scuola

Il 20 settembre si celebra la “Giornata della mela”. Ai nostri lettori abbiamo chiesto se sono d’accordo alla distribuzione quotidiana di questo frutto agli alunni delle scuole dell’obbligo. I risultati evidenziano una certa sensibilità per una sana alimentazione.

FOTO
alain intraina
16 settembre 2019

Miriam Fontana, 70 anni, pensionata, Viganello. «Sì, trovo sia un'ottima idea per entrambe le fasce d'età».

Uniti per un’alimentazione sana

Da alcuni anni l’accresciuta sensibilità nei confronti di un’alimentazione sana si traduce in un impegno importante delle istituzioni, che promuovono politiche informative nelle scuole dell’obbligo. In Ticino la collaborazione tra vari enti che coinvolgono scuole, genitori e l’Ufficio del medico cantonale, ha lo scopo di diffondere raccomandazioni condivise sulle merende da consumare a scuola.

La giornata della mela

Uno spuntino sano e di lunga tradizione in Svizzera è la mela. A questo frutto viene dedicata nel nostro Paese una giornata, che quest’anno si celebra venerdì, 20 settembre.

Nel nostro sondaggio della settimana abbiamo chiesto ai nostri lettori se sono d’accordo alla distribuzione di una mela al giorno per merenda a tutti gli alunni che frequentano le scuole dell’obbligo. Il 36% si è detto favorevole a una consegna che vada a beneficio sia dei bambini delle elementari sia dei ragazzi delle medie. I contrari, invece, sfiorano il 30%, attestandosi al 29%.

I dati sono stati ottenuti con un sondaggio telefonico su 500 residenti in ticino interpellati casualmente


Cosa dicono i nostri lettori

Primitivo de la Cruz Bermudez, 64 anni, libero professionista, Cassarate. «Assolutamente d'accordo, la frutta è sempre un'ottima idea».

 

Patrizia Serrao, 50 anni, cameriera ai piani, Lamone. «Sì, ma penso sia più adatto ai bambini delle elementari».