X

Argomenti popolari

SONDAGGIO
PANE

Il pane quotidiano

Dove acquista il pane? È questa la domanda del sondaggio della settimana di Cooperazione. Il 62% ha risposto di comprarlo al supermercato (32%) o dal panettiere (30%) e il 16% in altri negozi. Il 22%, invece, non ne compra affatto.

FOTO
MELANIE TÜRKYILMAZ
14 ottobre 2019

Paolo Crotti, 56 anni, pittore, Cama. «Il pane lo compro al supermercato».

Fonte della vita

Il pane riveste nella storia dell’umanità un significato simbolico spirituale importante. Il pane spezzato da Gesù e dato ai discepoli alla vigilia della sua passione ne è forse l’esempio più noto. Il termine poi è utilizzato in molti modi di dire, come per esempio: “essere buono come il pane”, “rendere pan per focaccia”, “dire pane al pane vino al vino”.

Per quanto concerne, invece, il pane fresco, i consumi in Svizzera sono in calo. Secondo l’ultimo comunicato dell’Ufficio federale dell’agricoltura, nel 2017 sono state 118mila le tonnellate vendute, 114mila nel 2019. Si è registrato, invece, un aumento delle vendite del pane a lunga conservazione, passate da 31.459 t nel 2017 a 32.113mila nel 2018.

Prevale il supermercato

Ai nostri lettori abbiamo chiesto dove acquistano il loro pane preferito. A prevalere è il supermercato, con il 32%, mentre i fedeli al panettiere raggiungono quota 30%. Il 22% afferma di non acquistarne proprio, mentre la percentuale di chi opta per l’acquisto in altri negozi si ferma al 16%.

I dati sono stati ottenuti con un sondaggio telefonico su 500 residenti in ticino interpellati casualmente 


Cosa dicono i nostri lettori

Eugenio Ferrazzo, 27 anni, pittore, Giubiasco. «Faccio la spesa al supermercato, dove acquisto anche il pane».

 

Mehran Ghaffari, 56 anni, gestore bar, Giubiasco. «Al supermercato per casa mia e dal panettiere per il bar».