X

Argomenti popolari

TEMPO LIBERO
CASA

Trasparenza aerea

Pezzi d’arredo che paiono sospesi nell’aria aiutano a vivere in modo funzionale e confortevole, senza tralasciare lo stile.

FOTO
MAD / ILLUSTRAZIONE DI ISABELLA PANIZZA CAMPONOVO
27 novembre 2018

La stanza è ancora una tela bianca tutta da riempire.

Architetto

Isabella Panizza Camponovo

Vorrei arredare la sala con semplicità. Non amo armadi grandi o librerie che si riempono di troppi oggetti e mi piacciono i dettagli in legno.G.A., Unterägeri (ZG)

Una splendida parete attrezzata free-standing, rifinita anche sul retro, si piazza davanti alla finestra. Le mensole di alto spessore e i contenitori sono sostenuti da strutture trasparenti in vetro temperato, creando un gioco di contrapposizioni che trasmette leggerezza e dinamismo.

La stanza è ancora una tela bianca tutta da riempire.

Davanti al mobile trova posto un divano componibile, in tessuto color verde petrolio, che ben si sposa con il parquet in quercia. Una leggera poltrona design in cuoio (tipo la poltrona Wengen, ordinabile on line su Livique.ch) definisce l’area relax delle sedute, creando un confine visivo e spaziale all’interno di questo living, che è aperto verso la cucina e la zona pranzo. Il tappeto multicolor è formato da moduli configurabili in infinite combinazioni: si agganciano tra loro tramite un sistema di giunzione a velcro, permettendo di cambiare l’aspetto dell’arredo nel tempo.
Infine, una lampada a stelo in acciaio color nero e oro (come il modello Felicio in vendita da Luminart) illumina l’angolo in fondo alla stanza, aumentandone la profondità. E leggerissime tende in garza lasciano filtrare la luce naturale in maniera chiara e omogenea.

Il bozzetto fornito dall’architetto rappresenta solo un lavoro di ipotesi preliminare di distribuzione e di arredo; non è da ritenersi sufficiente per procedere a interventi edilizi che necessitano di maggiore approfondimento.


Scriveteci

Per una consulenza gratuita basta inviarci una o più foto del locale che volete modificare e le sue misure.

Inviate la vostra domanda a:

Redazione Cooperazione
architetto
casella postale 2550
4002 Basilea

Oppure per e-mail:

cooperazione@coop.ch