X

Argomenti popolari

Publireportage
Twint

«Me lo puoi twintare più tardi»

Inizialmente criticata e ridicolizzata, l’app di pagamento Twint si è ormai affermata, diventando indispensabile nella vita di tutti i giorni.

FOTO
STEVAN BUKVIC
26 novembre 2019

Cosa si può fare con l'app

Online: Che si acquisti un paio di jeans o i biglietti per un concerto, online non c’è bisogno né della carta di credito né del numero di conto. Basta scansionare il codice QR con l’app Twint.

Shopping: Molti dettaglianti, distributori e spacci agricoli permettono di pagare senza contanti tramite smartphone. Come? Con il codice QR o tramite beacon, naturalmente.

Parcheggio: È possibile pagare il parcheggio direttamente con il cellulare e, nel caso di una partenza anticipata, vi viene rimborsata la differenza.

Biglietti: Con Twint si può pagare non solo alla biglietteria automatica della stazione ma anche sul negozio web delle FFS. Basta seguire delle semplici istruzioni e il gioco è fatto!

Peer-to-Peer: È possibile trasferire denaro anche da smartphone a smartphone: basta conoscere il numero di cellulare del destinatario della somma. Lo stesso vale in caso si voglia richiedere un pagamento.

Da circa quattro anni, alla posta nonché in alcuni negozi, ristoranti e bar si può pagare con lo smartphone anziché in contanti o con la carta. Questo è possibile grazie all’app di pagamento Twint, che cela anche altre potenzialità: per esempio permette il trasferimento di denaro da cellulare a cellulare. Anche giganti come Apple o Samsung hanno fatto di tutto per venire incontro ai propri utenti, che tuttavia all’inizio non nascondevano un certo scetticismo.

Per finire, la possibilità di versare denaro digitalmente sullo smartphone è stata accolta dai più. Sono stati probabilmente i pagamenti cosiddetti “peer-to-peer” a far sì che Twint decollasse in breve tempo verso il successo. Per la fine dell’anno si prevedono infatti circa due milioni di utenti Twint e già oltre 70 banche puntano su questa soluzione di pagamento mobile. E se Twint riscuote particolare successo presso i nativi digitali, che hanno sempre a portata di mano il proprio smartphone, anche la generazione meno giovane sembra apprezzare questo nuovo metodo di pagamento. Basti pensare ad alcuni genitori che versano la paghetta, i soldi per il pranzo o il materiale scolastico direttamente sullo smartphone dei propri figli.

Secondo uno studio dell’Università di scienze applicate di Zurigo (Zhaw) e dell’Università di San Gallo, oltre il 70 per cento degli utenti intervistati sarebbe pronto a effettuare più spesso pagamenti tramite apparecchi mobili nei prossimi tre anni. Ma una testimonianza di fiducia ancora più grande verso questo strumento viene data dall’entrata nel linguaggio comune del verbo “twintare”.

Twint For Dummies

Vorreste usare Twint, ma non sapete come funziona? È facilissimo:

  • Andate su www.twint.ch
  • Selezionate la vostra banca.
  • Scaricate l’app della vostra banca e collegate Twint al vostro conto bancario o alla vostra carta di credito.
  • Ecco fatto, ora potete pagare con Twint e beneficiare di altre funzioni.
  • Pagare: aprite l’app Twint, toccate il simbolo del codice QR e scansionatelo; in alternativa, se è disponibile il beacon Twint, avvicinate semplicemente il vostro smartphone al beacon.
  • Inviare o richiedere denaro: inserite l’importo, selezionate il destinatario o il suo numero di cellulare e, se lo volete, allegate un messaggio al vostro invio o alla vostra richiesta.

Una giornata senza contanti

  • Ore 7.30: come voi, molte altre persone si recano al lavoro in treno, ma voi acquistate il biglietto con un semplice twint dal vostro smartphone, risparmiandovi la fila alla biglietteria automatica.
  • Ore 7.35: come sempre i posti a sedere sono tutti occupati. E, come se non bastasse, un viaggiatore con le cuffie sta ascoltando della musica terribile a tutto volume. Non potete fare a meno di pensare: «Questa volta no!». Con lo smartphone fate velocemente un cambio di prenotazione e vi accomodate nel silenzioso compartimento di 1a classe.

    Parcheggiare anche senza spiccioli: ecco come funziona

    Finalmente trovate parcheggio, ma ecco che vi accorgete di non avere monete con voi. Vi è già capitato, vero? Meglio non rischiare la multa, però!
    E in questo Twint vi viene in soccorso: con l’app Twint scansionate il codice QR apposto sul parchimetro, al primo utilizzo digitate il vostro numero di targa, dopodiché selezionate la durata del parcheggio e confermate il pagamento. E, se ritirate l’auto in anticipo, nessun problema: l’intervallo di tempo pagato può essere interrotto in qualsiasi momento e la differenza vi verrà rimborsata direttamente con l’app Twint. Del resto, nessuno ama regalare soldi al parchimetro!

  • Ore 8.00: all’arrivo in stazione avete bisogno di un caffè e un cornetto. Li comprate al negozio e li pagate in modo semplice e rapido scansionando il codice QR.
  • Ore 12.30: al ristorante pagate ovviamente con un twint. La fioraia invece accetta soltanto contanti. Come fare? Niente fiori per il compleanno della mamma? Per fortuna un vostro collega vi presta 30 franchi e voi glieli restituite in tempo reale con Twint.
  • Ore 15.00: il fine settimana è ancora lontano ma iniziate già a pensarci: cinema, concerto o partita di calcio? Acquistate il biglietto per l’evento prescelto nel vostro shop online di fiducia, pagando tramite smartphone.
  • Ore 17.30: dopo una giornata di lavoro vi meritate una birretta con i colleghi. Il personale del locale è felice di non dover incassare il denaro contante di ogni singolo commensale: uno solo paga il conto e gli altri gli twintano, senza tardare, la loro parte.
  • Ore 18.00: per oggi non dovete prendere i mezzi pubblici perché un collega vi dà un passaggio in auto. E, dato che ritirate l’auto dal parcheggio prima del previsto, gli viene rimborsata la differenza.
  • Ore 18.15: per strada vi fermate allo spaccio agricolo. Ne approfittate per far rifornimento di prodotti freschi come frutta, verdura e latte, tutto rigorosamente di produzione propria. Una volta terminata la spesa aprite l’app Twint, scansionate il codice QR, inserite l’importo finale e confermate il pagamento. È fatta: ora niente e nessuno vi può togliere la vostra bella cenetta a base di prelibatezze regionali. Buon appetito!