X

Argomenti popolari

tempo libero & Cultura

Il ritorno di Paolo Nutini

La musica — Dopo una lunga pausa, il cantautore scozzese pubblica «Caustic Love», che guarda al soul anni '60.

28 aprile 2014
This presentation requires the Adobe Flash Player. Get Flash!

Cinque anni. Tanto tempo è passato dall'ultimo album d'inediti di Paolo Nutini, tornato ora con Caustic Love (Warner). Un periodo in cui il cantautore scozzese, oltre cinque milioni di dischi venduti, s'è preso la classica pausa di riflessione. «Dopo un lungo tour ho staccato la spina. Ho girato il mondo e imparato cose diverse. Non ho guadagnato molto, ma mi sono salvato dalla follia» spiega. Il nuovo cd segna l'ennesimo cambio di rotta in una carriera all'insegna dell'eclettismo.

GUARDA IL VIDEO NELLA NOSTRA WEBTV

GUARDA IL VIDEO PER TABLET E SMARTPHONE

Dopo aver esplorato pop, folk e reggae, in Caustic Love Paolo guarda al soul anni Sessanta, riveduto e corretto in chiave moderna. E con esiti più che soddisfacenti. Ascoltare per credere il vivace singolo Scream (Funk My Life Up) o una romanticheria dal sapore vintage come One Day. L'ambiziosa Iron Sky include il monologo di «Il grande dittatore» di Charlie Chaplin per un'amara riflessione sui guasti del potere. Better Man è una ballata di grande intensità, mentre Fashion, dai sensuali tratti funky, ospita la diva Janelle Monae. Notevole anche la lunga e ispirata Looking For Something, dedicata alla madre. Il tutto impreziosito dalla voce «nera» e passionale di Nutini, che regala ai brani una marcia in più.

www.paolonutini.com