X

Argomenti popolari

tempo libero & Cultura

L'inarrestabile successo degli «Years&Years»

Il loro primo disco, è appena uscito, ma già da inizio 2015 si fa un gran parlare degli Years & Years. — Diego Perugini

07 agosto 2015

Il giovanissimo trio ha vinto il BBC Sound Of 2015, premio che critici e addetti ai lavori inglesi attribuiscono agli emergenti più promettenti. Una sorta di lasciapassare per il successo, che infatti sta portando bene alla band, già in vetta alle preferenze del pubblico grazie a una serie di ballabili singoli.

Il più famoso, King, è stato un vero e proprio tormentone, seguito da Shine, altro successo. La ricetta degli Years & Years guarda al passato, al cosiddetto «synth pop» anni Ottanta, fatto di ritmiche brillanti, tastiere elettroniche e belle melodie. Con la marcia in più di un cantante, Olly Alexander, che ricorda a tratti un giovane Michael Jackson. Tutto molto déjà vu, ma anche molto efficace. E quando la tensione dance s'allenta, arrivano le cose ­migliori: come la toccante Eyes Shut, incisiva ballata dalle sfumature soul-gospel. O la riflessiva Memo, che chiude in dolcezza un riuscito esordio.

ARTICOLI PRECEDENTI