X

Argomenti popolari

tempo libero & Cultura

Rocco Hunt, Signor Hunt

Ha portato il rap al festival di Sanremo 2014, vincendo a mani basse nella categoria «Nuove Proposte». — Diego Perugini

06 novembre 2015

Dopo quell'exploit e un album di successo, Rocco Hunt s'è preso il suo tempo e ha lavorato sodo al terzo cd, SignorHunt (Sony), titolo ironico che gioca col dialetto napoletano (si può leggere «Sii ignorant», sei ignorante).

Il ragazzo di Salerno è cresciuto e ha affinato il suo stile eclettico, che lo porta a mescolare generi e idiomi diversi, partendo sempre da una solida base hip hop. Non c'è il rischio di annoiarsi nei 16 brani in scaletta, dove si passa da un singolo vincente come Vene e vvà, ispirato da Bob Marley, al duetto pop con Neffa per Se mi chiami. Atmosfere più soul in Back In The Days, ospite Mario Biondi, mentre Una moneta e un sogno e O' reggae de guaglione lo vedono confrontarsi con diverse generazioni di rappers. Anche i testi mostrano le varie facce di Hunt: dalla critica sociale e politica a momenti più intimisti fino alle storie d'amore. Tra i momenti migliori Eco del mare con Enzo Avitabile, con riflessioni sul tema dell'immigrazione.

ARTICOLI PRECEDENTI