X

Argomenti popolari

tempo libero & Cultura

Il nostro nuovo incredibile archivio

Dal 1906 a oggi. Ora è possibile sfogliare ogni numero del settimanale Cooperazione uscito nel corso della sua storia ultracentenaria. Ecco come si è arrivati a questo risultato. — MATTIA BERTOLDI

08 gennaio 2018

Il meraviglioso progredire della stampa cooperativa nella Svizzera tedesca e francese ha svegliato nell'anima dei cooperatori ticinesi il desiderio di avere [...] un periodico che possa servire d'intermedio fra l'amministrazione ed i soci delle società di consumo». Esordiva così, nel gennaio del 1906, il primo numero di Cooperazione, a quattro anni dal lancio nella Svizzera tedesca e quasi in contemporanea con la versione romanda. Costo dell'abbonamento annuale? Sessanta centesimi. Numero di pagine? Quattro. Una storia più che secolare già racchiusa nel video
“Cooperazione – La storia“ (visibile sul canale YouTube della nostra testata, Cooperazione Settimanale, e riportato qui sotto), curato dai nostri videomaker e pubblicato nel 2014, in occasione cioè del lancio del nuovo concetto della rivista.

CLICCA QUI PER CONSULTARE IL NUOVO ARCHIVIO

Questa prima edizione, così come quelle dei 112 anni a seguire, sono oggi consultabili sul sito http://epaper.cooperazione.ch dove basta inserire l'anno e il numero del periodico desiderato per iniziare un viaggio nel tempo della società della Svizzera italiana (cfr. riquadro a destra). A occuparsi della digitalizzazione del nostro archivio, così come di quello delle edizioni svizzero-tedesca e romanda, una ditta ticinese chiamata tectel. Una gemma di tecnologia incastonata nell'area industriale di Lamone, dove l'obiettivo è uno solo: sfidare le leggi del tempo. Rapido, efficiente, digitale Ad aprirci le porte dell'azienda è il direttore Mirko Nesti, che lavora per tectel dal 1999. Se gli si chiede di cosa si occupa, risponderà che «scannerizza ciò che è antico». Ma il suo lavoro va oltre questa semplice frase. In un rapido tour tra scanner del valore di oltre 200mila franchi, lavagne digitali e archivi cartacei, ci illustra gli ambiti in cui la ditta si è specializzata: dalla digitalizzazione di mappe e libri antichi (precedenti quindi al 1800) alla salvaguardia di documenti burocratici di aziende che, grazie al loro aiuto, possono fare a meno di tonnellate di fogli, trasformandoli in file tenuti in archivi sicuri. Non è solo questione di spazio: digitalizzare le cartelle mediche di un ospedale o la contabilità di una media impresa velocizza la ricerca di dati e consente di



Da ieri a domani Archivio di Stato, Biblioteche cantonali e Patriziati, ma anche l'onore di prestare una delle proprie macchine per digitalizzare il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci. Sono numerose le collaborazioni di prestigio della tectel, e i documenti online che ne presentano le potenzialità: il sito internet www.tectel.services/it/, certo, ma anche il portale www.recuperando.ch che conduce a versioni in alta definizione di mappe catastali risalenti al Ticino dell'Ottocento, pergamene medievali provenienti dalle nostre regioni e gli atti dei processi di stregoneria tenutisi in Val Poschiavo nel Seicento. Il tutto gratis e a disposizione di chiunque. Mirko Nesti è un maestro delle discipline tecniche e dell'arte di raccogliere dati, ma anche lui ha ammesso che è impossibile non emozionarsi,quando tra le mani si hanno gli appunti di un genio o i libri provenienti da un'altra epoca. Anche il lavoro eseguito per Cooperazione lo ha colpito, al punto di conservare alcuni pagine degli anni Venti che lo affascinano per stile, grafica e retorica. Dopo aver prelevato le copie cartacee custodite a Basilea, i tecnici della ditta di Lamone si sono occupati di prepararle per la scannerizzazione regalando loro una nuova luce e, in un certo senso, un'aura di immortalità. Un patrimonio a disposizione anche dei nostri lettori, che possono così tornare alle edizioni del loro anno di nascita, ripercorrere gli anni della loro infanzia o, più semplicemente, andare a caccia di curiosità rese oggi più accessibili dalla tecnologia.