X

Argomenti popolari

CULTURA
CINEMA

Il cinema sotto le stelle

Al lido di Lugano tornano i film all’aperto con il Coop Open Air Cinema. Abbiamo chiesto qualche consiglio al conduttore di Strahollywood Michele Serra.

10 giugno 2019

Al lido di Lugano si comincerà con "Bohemian rhapsody".

VINCI I BIGLIETTI PER IL CINEMA

CONCORSO

Mettiamo in palio 12x4 biglietti per ogni località (21) della rassegna. Per partecipare, collegarsi al sito web in calce. Termine: lunedì 17.06.2019, ore 16.

 

Ulteriori informazioni qui: https://www.cooperazione.ch/concorsi-e-passatempi/2019/vinci-i-biglietti-per-il-coop-open-air-cinema-214160/

Se vi piace il cinema, annotatevi l’appuntamento con il Coop Open Air Cinema, che anche quest’anno farà tappa al lido di Lugano, dal 27 giugno al 25 luglio. Fra novità e grandi successi della passata stagione, ce ne sarà davvero per tutti i gusti. Magari anche per chi, negli ultimi tempi, vede le star di Hollywood soprattutto da casa, tramite Netflix e affini.

«L’idea che siamo ancora disposti a prenderci il rischio di un acquazzone o di qualche zanzara, per amore di un bel film, è sempre romantica», ci dice Michele Serra, conduttore del programma di Rete Tre Strahollywood. «Forse un giorno finiremo tutti come i panzoni seduti nell’astronave di Wall-E, ma per adesso, siamo ancora vivi». Il che è già di per sé un’ottima ragione per continuare a incontrarci di persona, magari con un fazzoletto di materialissima carta in mano, pronti ad emozionarci.

Michele Serra conduce Strahollywood su Rete Tre.

«Non sono di quelli che sostengono profezie apocalittiche, che ci vedono tra dieci anni intenti a visioni solitarie, attraverso impianti neurali capaci di spararci i film direttamente nella corteccia visiva», continua il critico cinematografico della Rsi. «Tra qualche decennio i cinema esisteranno ancora. Però la concorrenza degli schermi piccoli ha inferto colpi durissimi all’abitudine di vedere i film insieme ad altre persone. Diventa dunque importante difendere l’esistenza di occasioni di visione collettiva come quella del cinema all’aperto».

La stagione degli Oscar

La rassegna luganese, che propone un totale di 20 diversi film, si aprirà con la proiezione di Bohemian rhapsody. Nel film, che racconta la storia di Freddie Mercury, il frontman dei Queen è interpretato dall’attore americano Rami Malek, che per la sua performance si è guadagnato un Oscar, un Bafta e un Golden globe. Gli stessi premi – a cui si aggiunge la Coppa Volpi a Venezia – che si è portata a casa la britannica Olivia Colman per aver vestito i panni della regina Anna in La favorita (The favourite) di Yorgos Lanthimos.

«Il film semplicemente più bello tra quelli in programma», dice Michele Serra. «Mostra quanto il cinema sia un’arte collettiva. Si vede il lavoro di tutti, non c’è un singolo elemento che non sia superlativo: regia, sceneggiatura, interpretazione, costumi, fotografia. Un film divertentissimo e tragico, che per due ore ti intrattiene, e per i giorni successivi ti lascia addosso una strana inquietudine».

Il film «più da Oscar» per il giornalista di Rete Tre è però A star is born, con Lady Gaga e Bradley Cooper, che lo ha anche diretto. Si tratta di «una storia vecchia come Hollywood», remake di un film del 1937, «che ci ricorda perché amiamo così tanto il cinema americano, con i suoi stereotipi narrativi e la sua magniloquenza. E le star, ovviamente».

La statuetta di miglior film è invece andata a Green Book, il quale verrà proiettato durante la Coop night di martedì 23 luglio. Una serata speciale, durante la quale sarà possibile vincere anche dei premi direttamente sul posto.

Fra Disney e i film d’autore

L’offerta è ricca anche per quanto riguarda i film per tutta la famiglia. E prevede diverse rivisitazioni, dal remake live action di Aladdin a Il ritorno di Mary Poppins, ambientato una ventina d’anni dopo l’originale del 1964. «La Disney ama ripercorrere strade conosciute», commenta Michele Serra, per la verità senza troppo entusiasmo. Ma un ritorno che sembra attendere con particolare impazienza c’è lo stesso. «Sulla fiducia (non l’ho ancora visto) suggerisco di andare a vedere Toy Story 4», che a Lugano è in programma il 20 luglio. «Fosse bello anche solo la metà del precedente – uno dei grandi capolavori americani dell’ultimo quarto di secolo – ne varrebbe la pena».

Per concludere, fra i film d’autore, «difficile sceglierne uno diverso da Dolor Y Gloria di Pedro Almodóvar, che ha fruttato il premio per la miglior interpretazione maschile a Cannes al suo protagonista, Antonio Banderas. Parla di vita e di cinema, in entrambi i casi con una profondità davvero rara per i tempi in cui viviamo».

Il programma completo su:
www.coopopenaircinema.ch


Prevendita 

I biglietti per la 27a edizione del Coop Open Air Cinema a Lugano (27.6-25.7 2019) e Bellinzona (8-31.8) possono essere acquistati in prevendita rispettivamente presso Lugano Turismo e l’Ufficio turistico di Bellinzona oppure online sul sito: www.coopopenaircinema.ch

Prezzo del biglietto fr. 15.-. Con Coop Supercard fr. 11.25 (valido nei luoghi e sul sito indicati sopra, previa presentazione della Supercard, più costi di prevendita in caso di acquisto online).