X

Argomenti popolari

DESTINAZIONI DA SOGNO
BRUGG

Il paradiso verde delle zone golenali

Se, osservando questa foto, sentite pappagalli che cantano, scimmie che urlano e puma che ringhiano, forse siete già stati in una foresta pluviale del Sud America. Il nostro fotografo, invece, ha scattato questa foto a Brugg, in Argovia.

FOTO
ANDREAS GERTH
08 aprile 2019

A Brugg, poco prima che Reuss e Limmat sfocino nell’Aare, il nostro fotografo ha trovato questo scorcio di natura incontaminata. Prima che l’uomo intervenisse, gran parte dei fiumi svizzeri era così. Non è un caso che la natura qui sembri così incontaminata: furono gli argoviesi nel 1993 a decidere alle urne che l’uno per cento del territorio cantonale fosse zona golenale.

Come ci si arriva

Un’escursione di due ore da Schinznach a Brugg offre una buona visione del mondo della zona golenale. Il sentiero escursionistico è segnalato dallo sbarramento della stazione Schinznach-Bad. Si costeggia il fiume attraverso la foresta, passando per il Castello di Altenburg, attraverso la gola dell’Aare e la stazione ferroviaria di Brugg.

Particolarità

Il passaggio da umido a secco crea costantemente nuovi spazi e nicchie per animali e piante che hanno bisogno di spazio per il loro sviluppo. Le zone golenali sono di importanza vitale per la biodiversità. In Svizzera, le zone golenali sono infatti un ecosistema che può ospitare l’84 % di tutte le specie indigene.