X

Argomenti popolari

TURISMO
PERLA

Il Giardino dei ghiacciai

A Lucerna, questo parco tematico rivela il passato tropicale e glaciale della Svizzera. Tra una spiegazione e l’altra, spazio per il divertimento, con il labirinto Alhambra.

FOTO
PINO COVINO
28 luglio 2019

Il labirinto di specchi Alhambra.

È una giornata piuttosto fredda di questa estate pazza. Il cielo è nuvoloso, non le condizioni migliori per intraprendere un’escursione sul Pilatus o una delle altre vette della regione. Di fare il bagno nel lago non parliamone. Insomma, una giornata ideale per visitare un museo. Devono averlo pensato anche le numerose persone che oggi si trovano al Giardino dei ghiacciai di Lucerna. Si sente parlare tedesco, inglese, spagnolo, francese, arabo, cinese… Bambini corrono in tutte le direzioni, genitori e nonni seguono – ma solo con lo sguardo – i loro pargoli. «Inizialmente volevamo andare in montagna, ma viste le condizioni meteo abbiamo cambiato idea. Veniamo dalla regione di Zugo e non è la prima volta che visitiamo il Giardino dei ghiacciai: ai nipoti piace, soprattutto per il labirinto di specchi» raccontano due nonni. In effetti, questa è forse l’attrazione che più tra tutte in questo parco tematico riesce a far sognare visitatori di ogni età. Il labirinto degli specchi Alhambra, fu realizzato in occasione dell’Esposizione nazionale svizzera di Ginevra del 1899, e, dopo oltre un secolo, il suo splendore è intatto così come l’effetto d’illusione ottica degli specchi.

La marmitta dei giganti all'entrata del giardino.

Bric-à-brac di curiosità

Il Giardino dei ghiacciai si trova nelle immediate vicinanze della scultura del leone morente, e vi si accede tramite una curiosa casetta in legno in stile chalet, che funge da cassa. Si osserva subito un paesaggio roccioso, portato alla luce nel 1872 durante dei lavori di scavo. Quello che Wilhem Amrein-Troller, il proprietario del terreno, scoprì fu un imponente monumento naturale: una marmitta gigante dell’era glaciale. In effetti, 20mila anni fa, gran parte della Svizzera era ricoperta da ghiacciai e quella che sarebbe stata Lucerna si trovava sotto uno strato di quasi 1.000 metri di ghiaccio. Pannelli espositivi attirano l’attenzione e mostrano dei rilievi di conchiglie e impronte di foglie di palme: sì, prima dell’era glaciale, milioni di anni fa, qui c’era il mare, e, in una giornata grigia come oggi, inevitabile sognare un po’ a questo pensiero.

Sala del piccolo museo.

Attorno al tema del ghiaccio si svolge la visita all’attiguo piccolo museo, dove si scopre l’importanza dei carotaggi, che svelano numerose informazioni sulla composizione dell’aria del passato. Insomma: i ghiacciai sono, come spiega l’esposizione, una sorta di libro di storia che permette di capire l’ambiente di centinaia d’anni, se non addirittura di migliaia d’anni fa, nel caso delle analisi dei ghiacci nell’Artico e nell’Antartico.

È un po’ una Wunderkammer questo giardino tematico: suddiviso in diverse aree, mostra aspetti che hanno come fil rouge la storia di Lucerna, della regione e in parte anche di tutto il pianeta, ma presentate sotto punti di vista molto diversi. L’impressione è quella di una sorta di bric-à-brac di curiosità: geologiche, storiche, naturalistiche.

Così si va dalla storia dell’evoluzione, agli aspetti geologici della regione, per passare a sale con imponenti plastici storici, alla casa Amrein – dove si possono ammirare le stanze di un’abitazione dell’Ottocento – per poi concludere con una breve passeggiata e salire su una torre panoramica e osservare la città dall’alto, che invoglia a una camminata più lunga per le vie di questa incantevole cittadina sulle sponde del lago dei Quattro Cantoni. La gente continua ad affluire e correre verso il labirinto, e anche noi facciamo un ultimo tour in questo luogo magico per lasciarci ammaliare ancora una volta dall’illusione degli specchi.


Informazioni utili

Visita al parco tematico

Il Giardino dei ghiacciai di Lucerna è aperto tutti i giorni, dalle 9 alle 18. L’entrata costa 15 franchi per gli adulti, e 8.– per i bambini e i ragazzi tra i 6 e i 16 anni. Esistono vari tipi di riduzione sul prezzo d’entrata. Per maggiori informazioni su prezzi e orari:

www.gletschergarten.ch