Così sopravvivi ad Halloween | Cooperazione
X

Argomenti popolari

WEEKEND

Così sopravvivi ad Halloween

Da quando anche alle nostre latitudini sempre più gente celebra Halloween, nella notte del 31 ottobre non è più così facile distinguere i mostri veri da quelli finti. Una mini-guida pratica delle creature delle tenebre.

TESTO
29 ottobre 2020

Lupi mannari

Come riconoscerli? Facile: diventano creature simili a lupi quando c’è la luna piena. Ma attenzione: secondo alcune teorie possono invece trasformarsi indistintamente al calar delle tenebre. Se una notte ti dovesse capitare di esser un morso da una bestia simile, nei giorni seguenti osserva se non ti stanno crescendo degli artigli o una peluria sospetta.

Come difendersi? È vero che il lupo è imparentato con il cane, ma non basta lanciargli un pezzetto di salsiccia per placarlo. Il metodo più sicuro per neutralizzarlo piantargli dell’argento nel cuore. Ma poiché non tutti hanno sotto il cuscino una pistola con pallottole d’argento, per sicurezza ti conviene tenere a portata di mano qualche gioiello argentato o uno spray all’argento colloidale. Se non funziona, non ti resta che ululare alla luna…

CONCORSO

Vinci una lampada Hue Philips

Per partecipare all'estrazione clicca su questo link. C'è tempo fino a giovedì 5 novembre 2020 alle 16.

Vampiri

Come riconoscerli? Eh, bella domanda. I vampiri tendono a integrarsi benissimo nella società. Paradossalmente il modo più sicuro per riconoscerne uno è non vederlo, perlomeno allo specchio: i vampiri infatti non hanno un riflesso. Il loro peggiore nemico, inoltre, è la luce del sole. Quindi, se incontri qualcuno all’esterno in pieno giorno, dovresti essere al sicuro.

Come difendersi? Abbuffarsi di aglio rende la vita sociale più difficile, ma è utile per evitare di farsi ciucciare il sangue da qualche creatura malintenzionata. E invece dello spray al pepe te ne consigliamo uno all’acqua santa. Se poi vuoi togliere un vampiro dalla circolazione una volta per tutte, ficcagli un paletto di legno nel petto, brucialo vivo (si fa per dire…) o esponilo al sole.

Zombi

Come riconoscerli? ​Sono morti viventi, come i vampiri, ma non hanno la stessa classe. Al contrario dei raffinati parenti del conte Dracula, gli zombi sono facilmente riconoscibili: brutti, nauseabondi, lenti, goffi, emettono versi sordi e disarticolati, spesso hanno ferite aperte, gli manca qualche arto e recano evidenti segni di putrefazione.

Come difendersi? Lo zombi cammina finché ha la testa. Chi è appassionato di caccia non avrà difficoltà a sparargli un colpo dritto nel cranio, ma anche una decapitazione col machete fa l’affare. Se non puoi ammazzarlo, corri: sarai senz’altro più veloce di lui. L’importante è non farti mordere o graffiare, perché rischi il contagio!

Fantasmi

Come riconoscerli? È un po’ più dura che con i mostri fisici. Un segnale abbastanza chiaro è un calo repentino della temperatura dell’aria. Occhio anche se, mentre ti rilassi sul divano, tutt’a un tratto ti manca il fiato. Altri indizi sono un inspiegabile rumore di passi in solaio, strane impronte di piedi, porte o finestre chi si aprono o si chiudono da sole oppure animali domestici che diventano irrequieti.

Come difendersi? Poco importa quel che fai, evita in ogni modo di entrare in contatto con loro. Se conosci un bravo acchiappafantasmi, rivolgiti a lui. Per cacciarli puoi provare a vaporizzare nell’ambiente dell’acqua salata o bruciare della salvia essiccata: funziona come una specie di esorcismo per la casa. Se il fantasma si accanisce, devi capire che cosa cerca e tentare di placargli l’anima come nel film Il sesto senso.


Leggi tutto »